Trivelle, scontro Lega-M5s. Il Carroccio: il Paese deve andare avanti

Lega e M5s in disaccordo sulle trivelle. Salvini: “Il mondo non si è fermato. Rimettere in discussione contratti già fatti non mi sembra intelligente”.

ROMA – Nuovo scontro in vista nella maggioranza di Governo sulle trivelle. La Lega non ha condiviso il no da parte di M5s, idea confermata anche da Matteo Salvini ospite di Porta a Porta: “Trivellare vicino alla costa no – riporta Repubblica ma dire di no in mezzo al mare rimettendo in discussione i contratti già fatti non mi sembra molto intelligente. Noi l’energia la paghiamo di più rispetto agli altri. Sono d’accordo sulla tutela dell’ambiente ma il mondo va avanti“.

Secco il no da parte del M5s con Manlio Di Stefano che chiede al vicepremier “di riportare i suoi sottosegretari sulla strada giusta perché solo qualche mese fa la Lega era super determinata al no e fermarle significa più lavoro e meno inquinamento“.

Trivelle, la sottosegretaria Vannia Gava: “Non si può dire sempre di no”.

ROMA – Nuovo scontro in vista tra Lega e M5s almeno per quanto riguarda i parlamentari. Ad aprire il fronte sì alle trivelle nel Mar Ionio è stata la sottosegrataria all’Ambiente, Vannia Gava, che è stata riportata da Repubblica: “Non posso approvare – sottolinea – una impostazione tutta la volta a dire No come quella che sta alla base dell’emendamento dei 5 Stelle sul tema delle trivelle. È sbagliato bloccare le autorizzazioni per le trivelle: non consentire che la paura blocchi lo sviluppo“.

Vannia Gava
Vannia Gava (fonte foto https://www.facebook.com/vanniagavaofficial/)

Trivelle, la Lega precisa: “Le sfide del futuro non aspettano”

La sottosegretaria della Lega spiega che il “Paese ha bisogno di una vera politica energetica che non può dipendere dall’acquisto dell’estero perché questo oltre a portare costi sulle bollette dei cittadini, ci rende anche estremamente deboli“.

Questi insediamenti – continua Gava – devono sottostare a precise valutazioni di impatto ambientale che li rendono compatibili con l’ecosistema. Senza contare quanti posti di lavoro potrebbe generare questo comporto imprenditoriale. Noi non vogliamo cercare motivi per bloccare le aziende ma fare le cose per bene tutti insieme. Le sfide del futuro non aspettano, il nostro Paese non deve rimanere indietro“.

M5s, emendamento trivelle inserito nel dl Semplificazioni

La questione delle trivelle sta tenendo banco negli ultimi giorni al tavolo del Governo. Il M5s ha annunciato di aver inserito un emendamento nel dl Semplificazioni per bloccare tutti i permessi in corso e futuri. Una decisione che – secondo quanto dichiarato dall’esponente della Lega, Vanna Gava, non è stato accettato dal Carroccio.

Sulle Grandi Opere il partito di via Bellerio ha sempre confermato il suo sì a differenza degli alleati di Governo. Anche in questo uno scontro che sembra destinato a durare poco anche se le crepe diventano sempre di più.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 10-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X