Grecia, addio alla Troika: Atene esce dal piano di aiuti internazionali

La Grecia ha annunciato di essere fuori dal piano di aiuti internazionali della Troika. Atene dovrà comunque continuare a operare sulla strada del risanamento.

A quasi dieci anni dall’inizio della crisi che ha travolto la Grecia, Atene esce dal piano di aiuti internazionale varato dalla Troika (Commissione Europea, Banca Centrale e Fondo Monetario Internazionale). Il Paese ellenico era l’ultimo a beneficiare dei piani di salvataggio dopo Portogallo, Irlanda, Spagna e Cipro. La Grecia rischiava seriamente la bancarotta e l’uscita dall’euro.

Atene, terremoto Grecia
(fonte foto: https://pixabay.com/it/acropoli-partenone-atene-grecia-12044/)

Le parole di Premier e Governatore

Alexis Tsipras, numero uno del governo ellenico, ha dichiarato che “il Paese dovrebbe tornare ad essere un Paese normale“. Il Governatore della Banca Centrale locale, Yannis Stournaras, ha messo in guardia: “Resta molta strada da fare per risanare l’economia. Non si deve tornare indietro sugli impegni presi con i creditori nel corso dei tre bailout. Altrimenti i mercati abbandoneranno la Grecia“.

La luce in fondo al tunnel?

I numeri, quantomeno, segnalano che una base di speranza per il Paese ellenico esiste e è concreta: secondo un rapporto Ocse, la crescita del Pil nel 2018  andrà oltre il 2%, arrivando al 2,3% nel 2019. La disoccupazione è al 19,5%, in calo rispetto alle punte del 28% di cinque anni fa. Nel 2020, il rapporto tra debito e Pil dovrebbe scendere sotto alla soglia del 170%, arrivando al 168,3%, con un avanzo primario di bilancio del 4,5%. Bene l’export, il turismo e, dal prossimo anno, la domanda interna. La strada è ancora lunga per la Grecia ma sembra quella giusta. E l’uscita dalla Troika ne è la testimonianza.

ultimo aggiornamento: 20-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X