Trump strappa applausi convinti al Congresso: “Alzeremo i salari, aiuteremo i disoccupati, risparmieremo miliardi di dollari, renderemo le comunità sicure

Intervenuto per la prima volta di fronte al Congresso, il neo presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha fatto il punto sul suo programma politico tornando a sottolineare il tema della sicurezza nazionale: “Stiamo prendendo misure forti per proteggere il nostro Paese dal terrorismo radicale islamico. Non e’ compassione ma incoscienza permettere un ingresso incontrollato da luoghi dove non esistono controlli adeguati. Non permetteremo che gli Stati Uniti diventino un santuario per gli estremisti. Dobbiamo avere il coraggio di esprimere le nostre speranze, e sperare  che queste speranze e i nostri sogni si trasformino in azioni. Da ora in poi l’America sarà guidata dalle nostre aspirazioni, non oppressa dalle nostre paure. Alzeremo i salari, aiuteremo i disoccupati, risparmieremo miliardi di dollari, oltre a rendere le nostre comunità più sicure per tutti. Dobbiamo salvare gli americani da questo disastro dell’Obamacare che sta implodendo. Per mantenere l’America sicura – ha proseguito Trump parlando della sicurezza nazionale – dobbiamo fornire agli uomini e alle donne del nostro esercito tutti i mezzi necessari per prevenire le guerre. E, se necessario, per combattere e vincere”.

Il discorso di Trump, il primo vero davanti alla nazione intera, ha suscitato la curiosità anche dei suoi oppositori, convinti forse di trovarsi davanti al fenomeno esploso in campagna elettorale. E invece no, invece Trump veste i panni del Presidente e parla da tale, ma le sue doti in fatto di comunicazione non erano un mistero. Resta ancora da capire chi è Donald Trump.


Caos in Samsung, il vice presidente Lee accusato di corruzione

Video, battaglia di Mosul: prosegue la riconquista dell’ultima roccaforte dell’Isis