Il presidente degli Stati Uniti ha ufficializzato una decisione che era nell’aria da diversi giorni: “Negozieremo un nuovo accordo“.

Donald Trump ha scelto di non proseguire con gli accordi di Parigi sul clima. La notizia, già filtrata nelle scorse ore, è stata ufficializzata dallo stesso presidente con un lungo intervento. Queste le sue parole riportate dall’Ansa: “Gli Stati Uniti cominceranno a negoziare un nuovo accordo sul clima. Vogliamo un accordo che sia giusto. Se ci riusciremo benissimo, altrimenti pazienza. Gli Usa non onoreranno più le parti non vincolanti dell’accordi di Parigi a partire da oggi“. La spiegazione alla base di questa scelta viene fornita in un documento riportato da alcuni media americani: “L’accordo negaoziato da Obama impone target non realistici per gli Stati Uniti nella riduzione delle emissioni, lasciando invece a paesi quali la Cina un lasciapassare per anni“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Trump ritira gli Usa dall’accordo di Parigi: la reazione di Obama

Chiamato in causa, l’ex presidente Barack Obama ha commentato con amarezza la decisione di Trump: “L’amministrazione Trump si sta unendo a una manciata di nazioni che rifiutano il futuro- Ho fiducia nel fatto che gli Stati, le città e le aziende faranno un passo avanti e aiuteranno a proteggere il pianeta per le future generazioni”. Gli altri due Paesi che hanno rinunciato alla firma sugli accordi di Parigi nei mesi scorsi sono Nicaragua e Siria.

Greenpeace: “Trump deplorevole”

Anche Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International, ha commentato con malcelato disgusto la decisione del presidente americano: “Uscire dagli accordi di Parigi marginalizzerà gli Stati Uniti. È una decisione moralmente deplorevole, di cui Trump si pentirà. Agire in difesa del clima non è tema di un dibattito politico, ma un imperativo per salvaguardare il Pianeta e chi lo abita“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-06-2017


Accordo sul clima, Trump decide alle 21. Stati Uniti verso l’uscita…

Filippine, 36 morti a Manila in un resort. L’Isis rivendica, la Polizia non conferma