Trump cambia strategia sull’Afghanistan: “Continuiamo il lavoro con Kabul”

Il presidente americano ha annunciato in tv che gli Usa non lasceranno a breve l’Afghanistan. Trump ha deciso per maggiore potere all’esercito, esortando Kabul a lavorare per le riforme.

STATI UNITI – “Il mio istinto avrebbe detto ritiro subito, ma ciò creerebbe un vuoto che verrebbe riempito subito dai terroristi, come prima dell’11 settembre…“. Con questa premessa, espressa in televisione, Donald Trump ha chiarito la propria posizione in merito alla presenza di truppe americane in Afghanistan.

I punti fissati da Trump

Il numero uno di Washington ha chiarito i nuovi pilastri della strategia a stelle e strisce in Afghanistan, ossia carta bianca ai comandanti sul terreno senza fissare termini temporali, più sanzioni contro i network terroristici, monito al Pakistan perché cessi di proteggere gli estremisti e al governo di Kabul per fare le riforme. “L’America lavorerà con il governo afghano finché vedrà determinazione e progresso. Il nostro impegno tuttavia – ha spiegato Trump – non è illimitato, e il nostro sostegno non è un assegno in bianco. Il popolo americano si aspetta di vedere riforme reali e risultati veri“. Poi, il monito lanciato al Pakistan: “Non possiamo più stare zitti sui paradisi sicuri del Pakistan per le organizzazioni terroristiche, i talebani ed altri gruppi che pongono una minaccia alla regione ed oltre. Il Pakistan ha molto più da guadagnare collaborando con i nostri sforzi in Afghanistan e ha molto da perdere continuando a proteggere i terroristi“. Infine, Trump ha detto che l’esercito avrà “più potere per colpire i terroristi e i network criminali che seminano violenza e caos in Afghanistan. Aumenteranno le sanzioni e altre misure finanziarie e legali contro questi network, per eliminare la loro capacità di esportare terrore“.

No alla esportazione della democrazia

Gli Usa non useranno più il loro potere militare per costruire democrazie in terre lontane, o per provare a ricostruire altri Paesi a loro immagine. Invece lavoreremo con gli alleati e i partner per proteggere i nostri interessi comuni“.

ultimo aggiornamento: 22-08-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X