Trump rispolvera il progetto del muro, dal Messico pronta la risposta: “Noi non paghiamo

Il muro della discordia – Emblema della campagna elettorale del neo-presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il muro di separazione con il Messico continua a far discutere e non poco. Se qualcuno sperava che la barriera tra le nazioni potesse essere solo uno strumento per calamitare voti, la risposta l’ha ricevuta dallo stesso presidente a stelle e strisce: Il muro si farà – ha ribadito Trump – ma non voglio aspettare mesi, anni. E i messicani ci rimborseranno il costo del muro, troveremo la forma. Ma noi lo costruiremo. E la gente deve sapere che lo pagherà il Messico. Io voglio arrivare lì: costruire il muro, senza dover aspettare un anno e mezzo. Il Messico ha avuto anche in passato un atteggiamento costruttivo. A loro non do la colpa di quanto accaduto in passato, la colpa è dei politici americani“.

Vedute diverse – Il Messico non ha assolutamente intenzione di pagare per il muro che il presidente eletto Usa Donald Trump dice di voler costruire sul confine tra i due Paesi – ha risposto il presidente messicano Enrique Pena Nieto. È evidente che vi siano alcune differenze di vedute con il prossimo governo degli Stati Uniti, come ad esempio il muro che il Messico non ha assolutamente intenzione di pagare“.

ultimo aggiornamento: 12-01-2017


Trump: “Non sono attaccabile, miei comportamenti sempre ineccepibili”

La Cina avverte Trump: “Sul Mar Cinese Meridionale si rischia la guerra”