Corea del Nord, duro botta e risposta tra Trump e Pyongyang

Il presidente americano è in visita in Giappone. Trump ha avvertito la Corea del Nord di non sottovalutare gli Usa. Il regime di Kim Jong-un ha replicato immediatamente: “Saremo spietati”.

chiudi

Caricamento Player...

TOKYO (GIAPPONE) – Donald Trump ha iniziato il suo tour in Asia, atterrando con il suo Air Force One in Giappone. Il presidente americano ha incontrato i militari di stanza nella base aerea di Yokota. Inevitabile un accenno alla Corea del Nord, che ormai da mesi destabilizza l’area del Pacifico: “Nessun dittatore deve sottovalutare la determinazione e la risolutezza degli Stati Uniti“.

La posizione del Giappone

Trump incontrerà le autorità nipponiche con le quali, secondo alcune ricostruzioni giornalistiche, il tycoon si sarebbe lamentato. Oggetto della reprimenda, il mancato abbattimento dei missili lanciati da Pyongyang il 29 agosto e il 15 settembre, poi finiti in mare a largo della costa dell’Isola di Hokkaido. Tokyo sostiene di non aver lanciato i vettori in quanto questi sarebbero finiti in territorio non giapponese.

La replica di Pyongyang

La Corea del Nord non si è fatta attendere nella reazione verbale alle parole di Trump. “Con gli Usa saremo spietati“, ha dichiarato il Rodong Sinmun, organo del Partito dei Lavoratori. “Trump – ha affermato il regime di Kim Jong-undeve dare retta alle affermazioni di altri esperti statunitensi secondo cui dovrebbe tirarsi fuori dagli affari della penisola coreana“.