Corea del Nord, Trump invia i bombardieri nel Pacifico

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il capo della Casa Bianca ha fatto sorvolare i B-1B Lancer nell’area del Pacifino. La Corea del Nord contrattacca: “Missile su Stati Uniti inevitabile”.

PACIFICO – Gli Stati Uniti passano all’azione, con la decisione della Casa Bianca di inviare nei cieli dell’Oceano Pacifico la flotta di bombardieri B-1B Lancer, scortati da alcuni caccia F-15C. I mezzi aeronautici americani hanno sorvolato le acque internazionali, non lontani dalla Corea del Nord.

Il Pentagono: “Pronti a ogni soluzione”

La prova di forza adottata da Donald Trump è un chiaro messaggio al regime di Pyongyang. La Difesa ha così spiegato la mossa: “L’operazione vuole dimostrare che il presidente ha molte opzioni militari per sconfiggere ogni minaccia. Gli Stati Uniti prendono con molta serietà i comportamenti sconsiderati della Corea del Nord“. Nelle ultime settimane, infatti, gli Usa hanno compiuto diverse dimostrazioni di forza, anche a terra, effettuando esercitazioni congiunte con la Corea del Sud al confine nord.

La replica di Pyongyang

Il regime di Kim Jong-un non si scompone e, anzi, replica così: “Anche Trump è in missione suicida. Se dovesse succedere qualcosa al nostro popolo le conseguenze saranno oltre ogni aspettativa“. Il ministro degli Esteri della Corea del Nord, Ri Yong Ho, direttamente dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha dichiarato: “Le parole di Trump all’Onu hanno reso il lancio di un missile sul territorio americano ancora più inevitabile. Trump sta tentando di trasformare le Nazioni Unite in un covo di gangster dove lo spargimento di sangue è all’ordine del giorno“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 24-09-2017

Fabio Acri

Per favore attiva Java Script[ ? ]