Coronavirus, Donald Trump parla del suo contagio come una di una “benedizione di Dio, una benedizione sotto mentite spoglie”.

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump torna a parlare del coronavirus e nello specifico del suo contagio, presentato agli americani come una benedizione di Dio.

Donald Trump
Donald Trump

Coronavirus, Trump: Il mio contagio una benedizione di Dio sotto mentite spoglie

Penso sia stata una benedizione di Dio, una benedizione sotto mentite spoglie“, afferma Donald Trump in un video postato sul proprio profilo Twitter.

Il Presidente degli Stati Uniti parla anche del vaccino e lo fa con un certo ottimismo.

“Ci sono molte aziende nella fase finale del vaccino, avremo il vaccino tra pochissimo tempo, penso prima delle elezioni. La Food and Drug Admistration sta agendo in fretta come non mai, abbiamo accelerato i tempi […]. Penso che dovremmo averlo prima delle elezioni, ma e’ coinvolta la politica. E va bene. Vogliono fare i loro giochi e magari arriverà subito dopo le elezioni”.

Di seguito il video-messaggio postato da Donald Trump sul proprio profilo Twitter.

Il ‘peso’ del coronavirus nelle elezioni Usa 2020

Non ci sono dubbi che per Donald Trump il suo contagio al coronavirus sia una preziosa arma elettorale in vista delle elezioni presidenziali ormai vicinissime. Proprio la gestione dell’emergenza coronavirus rappresenta per il Presidente in carica un punto debole. Numeri alla mano, l’amministrazione Trump non ha gestito l’emergenza nel migliore dei modi e lo stesso Presidente ha affrontato la pandemia con un pizzico di superbia.

Ora il suo contagio e la sua guarigione possono fare il suo gioco. Nel senso che Trump, parlando in prima persona, può affermare che in effetti il Covid-19 non è poi così pericoloso o almeno non è invincibile. Era arrivato a dire che è meno letale di una normale influenza, ma i social lo hanno bacchettato oscurando il post o etichettandolo come fake news.

Nei pochi giorni che ci separano dalle elezioni presidenziali Usa, Trump e Biden mettono mano agli ultimi assi celati nella manica. Il 15 ottobre potrebbe rappresentare una giornata cruciale, se dovesse andare in scena il secondo confronto televisivo in programma. Il Presidente in carica ha fatto sapere di essere intenzionato a prendere parte al dibattito, Biden non si tira indietro ma chiede che siano i medici a dare il via libera al presidente. Insomma, la partita per la Casa Bianca è ancora decisamente aperta…

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
coronavirus Donald Trump elezioni usa politica

ultimo aggiornamento: 08-10-2020


Conte, “Le mascherine vanno portate e indossate sempre, fanno eccezione solo le abitazioni private”

Festival Sviluppo Sostenibile, Di Maio: “Equa diffusione del vaccino”. Conte, “Dialogo con le Regioni il nostro punto di forza”