Un ragazzo di 15 anni uccide il nonno e poi pubblica il video della violenza commessa sul social. Sarà processato al tribunale dei minori di L’Aquila.

In provincia di Chieti lo scorso luglio un 15enne con problemi psichici ha ucciso suo nonno Guido Rodolfo Sulpizio di 78 anni a calci e pugni. L’adolescente ha filmato questo folle gesto e dopo averlo ucciso pubblica questo video su Whatsapp. Il ragazzo salterà l’udienza preliminare poiché il gip del Tribunale per i minori di L’Aquila ha accolto la richiesta di rito abbreviato presentata dal pm.

Il processo è fissato per il prossimo 25 gennaio 2023 davanti al Tribunale per i Minori del capoluogo abruzzese. Il ragazzo soffre di problemi psichiatrici e risponderà dell’accusa di omicidio volontario con l’aggrevante di aver commesso il fatto ai danni di un ascendente e per futili motivi. Il nonno del ragazzo era il suo affidatario è morto all’ospedale di Pescara dove era arrivato in condizioni critiche la notte dell’accaduto.

Tribunale
Tribunale

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Una tragedia evitabile

Il 15enne era stato arrestato in flagrante con un’ordinanza di custodia cautelare. Ora si trova nell’istituto penitenziario di Casal del Marmo a Roma. Il ragazzo era seguito dagli assistenti sociali ma in realtà era stato inserito in una struttura ma i servizi sociali non hanno predisposto l’inserimento e portando poi il ragazzo a vivere con i nonni materni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 05-11-2022


Alessia Pifferi: “Nessun abuso su mia figlia”

Monza, abusi sulle figlie adolescenti della sua amante