Ue, botta e risposta tra Oettinger e Di Maio

La tensione tra Italia e Unione Europea rimane sempre alta: dopo le parole del commissario al Bilancio Oettinger, il vicepremier Di Maio ha confermato il veto al bilancio comunitario.

Tra Italia e Unione Europea il rapporto permane molto teso. L’intreccio tra contributi e questione migratoria tirata in ballo dall’Esecutivo di Roma non è stato gradito da Bruxelles.

Altolà di Oettinger

Il commissario europeo al Bilancio, Gunther Oettinger, ha affermato: “Tutti gli Stati dell’Ue si sono assunti l’obbligo di pagare i contributi nei tempi stabiliti. Tutto il resto sarebbe una violazione dei trattati che comporterebbe penalità. L’Italia ha conquistato il nostro appoggio nell’affrontare la crisi migratoria e le sue conseguenze, posso solo mettere in guardia Roma dal mischiare la questione migratoria con il bilancio Ue“. Così al Die Welt dopo la “minaccia” di Roma di non pagare i contributi (circa 20 miliardi) a Bruxelles.

FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI
https://pixabay.com/it/bandiere-bandiera-dell-unione-europea-2036064/

La replica di Di Maio

A stretto giro di posta non si è fatta attendere la risposta da parte del Governo italiano. Il vicepremier Luigi Di Maio, da Il Cairo dove si trova in visita ufficiale, ha dichiarato: “Le considerazioni di Oettinger sono ancora più ipocrite perché non li avevamo sentiti su tutta la questione della Diciotti e adesso si fanno sentire solo perché hanno capito che non gli diamo più un euro. La nostra posizione sul veto al bilancio resta – ha aggiunto il leader grillino – se poi nei prossimi giorni vorranno cominciare a riscoprire lo spirito di solidarietà con cui è stata fondata l’Ue allora ne parliamo“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-08-2018

Fabio Acri

X