Un accordo fra Intel e FreedomPop potrebbe mettere fine al telefono cellulare

FreedomPop, provider di telefonia a basso costo americano, ha siglato un accordo con Intel per costruire il primo smarphone pensato soprattutto per la connettività WiFi.

chiudi

Caricamento Player...

I primi segnali di un avvicinamento fra lo storico produttore di processori e hardware e l’aggressiva startup americana sono stati nel rapporto annuale di Intel Capital, ramo finanziario dell’azienda, che include FreedomPop fra i beneficiari dei 22 milioni di dollari di finanziamenti stanziati per dieci dieci nuove aziende. Poi, proprio dal provider, sono arrivati i dettagli: Le due aziende lavoreranno a un telefono, previsto per il 2016, che avrà una caratteristica unica: per qualsiasi funzione, comprese chiamate e SMS, crecherà di utilizzare la rete WiFi e solo dopo quella telefonica. Il telefono inoltre includerà un servizio telefonico su rete cellulare gratuito, sulla falsariga di quanto FreedomPop sta già facendo nel Regno Unito. L’offerta del provider in questo paese prevede 200 minuti, 200 sms e 200 MB di dati completamente gratis.

Tecnologia rivoluzionaria

Il telefono sarà basato sul nuovo chipset Sofia di Intel, pensato proprio per dispositivi mobili e capace di cambiare modalità di connessione, da rete cellulare a WiFi e viceversa senza interruzioni. Apparentemente, la soluzione perfetta per un telefono che punta tutto proprio sul wireless per minimizzare l’uso della banda cellulare. La scelta del provider, che non è nuovo a iniziative di mercato molto aggressive, è spiegata perfettamente nelle parole dell’amministratore delegato Stephen Stokols: “I carrier spendono miliardi di dollari per costruire le loro reti LTE, ma il 90% dei download da mobile avvengono via WiFi e il 10% sulle reti cellulari – In pratica il consumatore paga dai 50 ai 120 dollari per quel 10 per cento del tempo in cui ha bisogno di una connessione dati LTE”. Un punto di vista sicuramente innovativo che potrebbe rendere, almeno nelle zone coperte da WiFi, completamente inutile avere una connessione cellulare, e quindi, per estensione una scheda SIM. E visto lo sforzo che FreedomPop sta facendo per creare una rete di hotspot WiFi efficiente, unito alla disponibilità sempre maggiore di reti aperte, potrebbe non essere un’ipotesi così azzardata.

Fonte foto copertina: FreedomPop