Amatrice a un anno dal terremoto: fiaccolata nella notte in ricordo delle 299 vittime

Nella notte, i cittadini di Amatrice dei comuni limitrofi hanno dato vita a una veglia con fiaccolata. Un anno fa, alle 3.36, il terribile terremoto che ha provocato 299 morti.

AMATRICE (RI) – Alle 3.36 del 24 agosto 2016 la terra ha tremato violentemente nel cuore dell’Italia, nella Valle del Tronto, con epicentro tra i comuni di Amatrice, Accumoli e Arquanta del Tronto. La scossa, violentissima e pari a 6.0 di magnitudo, durò molto secondi e fu avvertita in mezza Italia, lasciando sul terreno 299 morti, migliaia di feriti e sfollati.

Il ricordo a un anno di distanza

Poche ore fa, proprio a Amatrice, si è svolta la veglia e la fiaccolata in ricordo del terribile evento. Il corteo è stato preceduto da una commossa lettura delle biografie delle vittime e seguito da una veglia di preghiera. La fiaccolata è partita dal campo sportivo della cittadina, a pochi metri dalla radura dove il 30 agosto dello scorso anno si celebrarono i funerali. Un lungo corteo silenzioso che ha percorso le strade principali di Amatrice lambendo la zona rossa. In piazza Augusto Sagnotti il corteo si è avvicinato alle macerie: là sorgevano le tre palazzine di edilizia popolare in cui la notte del sisma persero la vita 19 persone. A ricordarle c’erano altrettanti lumini. Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi ha infine scoperto un monumento alla memoria, a opera dello scultore Marino Di Prospero. La fiaccolata è culminata con 249 rintocchi di campana.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 24-08-2017

Fabio Acri

X