Un nuovo drone agricolo per le coltivazioni

Lanciato dalla compagnia cinese DJI, MG-1 è un drone agricolo pensato per la dura vita di campagna.

chiudi

Caricamento Player...

Chi pensa che i droni siano solo un passatempo per adultescent, nerd incalliti o giovani appassionati di tecnologia si sbaglia di grosso. Certo, il mondo dei giocattoli tecnologici si arricchisce sempre di più di questi oggetti, ma il loro impiego reale è soprattutto nel mondo del lavoro.

La ragione è la stessa che ne ha decretato il successo in campo militare: banalmente, la possibilità di operare senza pilota permette di ridurre il carico, migliorare l’autonomia e operare anche nelle condizioni in cui gli umani faticherebbero ad adattarsi. MG-1 della compagnia cinese DJI non è nulla di particolarmente estremo, ma spiega perfettamente come i droni stiano diventando sempre più strumenti efficaci di lavoro e come il loro sviluppo si stia specializzando. Si tratta infatti di un drone agricolo, pensato per essere di supporto al lavoro di coltivazione.

Un drone solido e affidabile

Come tutti gli strumenti pensati per il lavoro vero, MG-1 non lascia molto spazio al design o alle soluzioni innovative, puntando soprattutto alla solidità e alla durabilità. Pensato come drone per irrorare i campi, è dotato di un potente sistema a otto eliche che gli permette di sollevare fino a 10 chili di prodotto, rendendo le operazioni fino a quaranta volte più efficienti rispetto ai metodi tradizionali.

In più, è completamente impermeabile. Questo significa sia che può operare quando piove, cosa che la maggior parte dei droni non può fare, sia che dopo una giornata di irrorazioni può essere lavato come un qualunque veicolo. Un sistema di filtri protegge l’elettronica dalle impurità e garantisce a questo drone agricolo una notevole longevità. Un discorso analogo vale per i motori che muovono le otto eliche: un drone di questo tipo può accumulare ore di volo molto rapidamente, ed è fondamentale che i motori si guasitno il più raramente possibile. Un sistema di raffreddamento dedicato dovrebbe, secondo i calcoli della compagnia, garantire per ciascun motore una longevità tripla rispetto alle versioni per l’hobby o il tempo libero.

Fonte foto copertina: DJI MG-1