Una foresta galleggiante nel porto di Rotterdam

Si chiama Dobberend Bos, che significa proprio Foresta Galleggiante in olandese, ed è un progetto artistico per portare nuovi alberi nel porto di Rotterdam.

chiudi

Caricamento Player...

Riqualificare una zona portuale usando una foresta galleggiante è un’idea che poteva avere solo un artista. In questo caso la trovata è frutto della creatività di Jorge Bakker, nell’ambito di un progetto per rivitalizzare le zone intorno ai moli e nelle vicinanze del porto di Rijnhaven, a Rotterdam.

L’idea è semplice e originale: gli alberi verranno piantati un una grande boa galleggiante colorata, e si sposteranno liberamente all’interno del porto, dando un tocco di verde alla zona ma senza sottrarre spazio vitale alle altre attività. Come sappiamo infatti una delle principali difficoltà dell’Olanda è proprio la limitata disponibilità di terraferma. Dobberend Bos è già stato presentato come concept in versione ridotta all’interno di un acquario, e il progetto è piaciuto al punto da volerlo ricreare anche nella realtà.

La foresta galleggiante verrà inaugurata in primavera

Secondo quanto possiamo leggere sul sito ufficiale del progetto, i primi venti alberi verranno “liberati” nella primavera del 2016, cioè fra pochi mesi. Nel frattempo, stanno crescendo all’interno delle boe e l’artista insieme ai suoi collaboratori sta ultimando alcune delle prove necessarie per capire se tutto andrà come previsto. Fra gli aspetti più interessanti di questo progetto, che gli è valso anche l’interesse internazionale, c’è la sostenibilità nelle zone a rischio alluvionale. In molte città come Miami o New Orleans, per esempio, la creazione di nuove aree verdi si scontra sistematicamente con il problema delle inondazioni.

In questo caso, sfruttando un sistema analogo a Dobberend Bos, l’area verde creata non sarebbe soggetta a questo problema, proprio perché in grado di galleggiare. Al massimo può accadere di dover recuperare qualche albero andato alla deriva, ma è sempre meglio rispetto al dover ricominciare ogni volta da capo.

Fonte foto copertina: Dobberend Bos