L’amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, ha confermato le voci sul suo addio tra pochi mesi: “Piano non più in linea con la visione del cda”.

ROMA – Unicredit cambierà i vertici in primavera. Dopo le indiscrezioni sul nome di Padoan designato per la presidenza, poche ore fa l’attuale ad dell’importante gruppo bancario ha dichiarato che lascerà il proprio incarico tra pochi mesi, come previsto.

Mustier: “Lascio Unicredit entro aprile”

Nel corso degli ultimi mesi – ha sottolineato in una nota il dirigente francese- è emerso che la strategia del Piano Team 23 e i suoi pilastri fondanti non sono più in linea con l’attuale visione del Cda. Di conseguenza ho preso la decisione di lasciare il Gruppo alla fine del mio mandato ad aprile 2021, in modo da consentire al Consiglio di definire la strategia futura“.

Sono orgoglioso di ciò che abbiamo raggiunto – ha detto Mustier – e di quanto realizzato in così poco tempo. Desidero ringraziare tutti i colleghi del Gruppo per il loro straordinario impegno negli ultimi anni. Insieme abbiamo realizzato con successo il piano Transform 2019 e, di conseguenza, siamo in una posizione forte per continuare a supportare i nostri clienti e le comunità in tutti i nostri Paesi restando un vero Gruppo pan-Europeo vincente“, aggiunge.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

UniCredit
Fonte foto: https://www.facebook.com/UniCreditItalia

Tonfo in Borsa

Giornata che è stata negativa per l’istituto bancario in Borsa, dove il titolo ha bruciato un miliardo, sull’onda dei rumors su Mustier ma anche per i continui riferimenti ad un matrimonio non spontaneo con Mps. La banca toscana ha invece segnato un +3%.

Padoan alla presidenza

Unicredit ha comunicato che inizierà una ricerca, sia all’interno che all’esterno del Gruppo, per identificare il nuovo Ceo seguendo un processo di selezione accurato e rigoroso che riflette l’impegno del Gruppo per assicurare una solida governance aziendale. Per il ruolo di presidenza è invece già designato Pier Carlo Padoan.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Mes, via libera dell’Eurogruppo

Vaccino, Pfizer e Moderna in attesa dell’ok di Ema. Arcuri. “Pronto il piano. Si parte da fine gennaio”