Cdm: le Unioni Civili diventano legge. Gentiloni: “Le riforme non si fermano”

Il Consiglio dei Ministri ha anche dato il via libera a otto delle nove deleghe sulla Buona Scuola

Le Unioni Civili sono legge. Questa la decisione principale del Consiglio dei Ministri presieduto questa mattina dal premier Gentiloni, subito dopo esser stato dimesso dal Policlinico Gemelli. “Le riforme non si fermano“, ha twittato il presidente del Consiglio al termine della riunione del governo. Tra le altre decisioni prese quest’oggi va evidenziato il via libera ad otto delle nove deleghe sulla Buona Scuola, come riportato dall’Ansa.

Unioni Civili, Boschi: “Era una promessa, ora è legge”

Soddisfatta la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, che ha espresso, riguardo alle Unioni Civili, il seguente commento: “Era una promessa, ora è una legge“. “Con l’ok definitivo del Consiglio dei Ministri ai tre decreti legislativi di attuazione alla legge sulle Unioni Civili, il nuovo istituto esce dal regime transitorio ed entra a pieno titolo nell’ordinamento italiano“, ha riferito in una nota Micaela Campana, responsabile Diritti della segreteria nazionale del Pd. “Grazie ai decreti ponte è stato possibile già costituire centinaia di unioni“, ha proseguito la Campana nella nota, “consentendo a tante persone di coronare il proprio sogno d’amore. Con questo atto formale si conclude l’iter di una legge storica che cambia il destino di migliaia di cittadini“.

ultimo aggiornamento: 14-01-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X