Due uomini aggrediti con mazze da baseball a Mantova: uno è morto, l’altro è in gravi condizioni. Aperta inchiesta per tentato omicidio.

MANTOVA – Due uomini sono stati aggrediti con delle mazze da baseball a Mantova nella notte tra l’1 e il 2 luglio 2021 all’esterno di un centro commerciale. Come riportato dal Corriere della Sera, il più giovane è morto nella serata di sabato 3. Le sue condizioni erano sembrate da subito disperate. Meno grave il quadro clinico della seconda persona, ma non è ancora stata sciolta la prognosi e le prossime ore per saranno decisive.

Agguato nel Mantovano, due persone ferite

La ricostruzione della vicenda è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime informazioni, le due vittime si sarebbero date appuntamento in un bar alle porte di Mantova. Uno dei due ad un certo punto avrebbe ricevuto una telefonata da un conoscente per vedersi proprio all’esterno dell’esercizio commerciale.

All’arrivo, però, sono stati accerchiati da un gruppo di persone e aggrediti. A chiamare i soccorsi è stato un passante che transitava con l’auto nel momento della rissa. Immediato l’arrivo delle forze dell’ordine e dei soccorsi. I due sono stati trasportati d’urgenza in ospedale, mentre i carabinieri hanno avviato gli accertamenti del caso per aver maggiori informazioni su quanto successo.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

Aperta indagine per tentato omicidio

La Procura di Mantova ha aperto un’indagine per tentato omicidio. L’ipotesi avanzata dagli inquirenti è quella di un regolamento di conti nei confronti di una delle due vittime oppure di entrambe le persone. Al vaglio degli inquirenti anche i video delle telecamere di sicurezza e i tabulati telefonici di uno dei due aggrediti.

Una delle vittime, infatti, poco prima dell’agguato ha ricevuto un messaggio con il quale gli veniva comunicato proprio l’appuntamento all’esterno di questo centro commerciale. I punti da chiarire sono diversi e nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità.


Fondi Segreteria di Stato, il cardinale Becciu a processo: “Sono vittima di una macchinazione”

Nuova tragedia nel Mediterraneo, almeno 43 migranti morti in un naufragio