Sommario articolo

Un uomo di 42 anni è stato trovato morto nella sua abitazione a Cagliari. Indagini in corso per accertare quanto accaduto.

CAGLIARI – Un uomo di 42 anni è stato trovato morto nella sua abitazione di Cagliari nelle prime ore di lunedì 10 maggio 2021. La Procura ha aperto un’indagine per accertare meglio quanto accaduto e risalire ai responsabili di questo omicidio.

L’ipotesi al vaglio degli inquirenti sembra essere quella di una rapina finita male visto che diverse stante erano a soqquadro, ma nelle prossime ore saranno effettuati tutti gli approfondimenti del caso e provare a ricostruire l’accaduto.

L’omicidio

L’omicidio molto probabilmente è avvenuto tra la serata di domenica e le prime ore di lunedì. A lanciare l’allarme, come scritto da TGCom24, è stato il fratello che, entrato in casa, ha rinvenuto il corpo senza vita dell’uomo. Immediata la chiamata ai soccorsi, ma il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

La Procura ha aperto un’indagine e nelle prossime ore il magistrato potrebbe decidere di autorizzare l’autopsia sul corpo dell’uomo per accertare meglio quanto successo e capire le cause della morte. I punti da chiarire sono diversi e gli inquirenti nei prossimi giorni effettueranno tutti gli approfondimenti del caso.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

L’indagine

L’indagine è stata aperta dalla Procura per cercare di ricostruire l’accaduto e risalire ai responsabili di questo omicidio. Le stanze a soqquadro, però, fanno pensare ad una rapina finita male, ma nessuna pista è esclusa almeno fino a quando non si hanno delle prove certe su quanto successo in questo appartamento.

Gli inquirenti stanno ascoltando i parenti e gli amici della vittima per capire se nei giorni precedenti c’erano stati dei litigi con altre persone. Ma non si esclude neanche l’ipotesi di una rapina finita male e nessuna conoscenza con il suo omicidio.


Quattro dosi di vaccino iniettate per errore ad una ragazza di 23 anni, aperta indagine

AstraZeneca, il nuovo report dell’Aifa: 27 segnalazioni di eventi gravi ogni 100.000 dosi