Ubriaco a casa della ex a Venezia, arrestato

Un ex marito ubriaco e violento si presenta a casa della ex a Venezia, nonostante il divieto, e viene arrestato.

MESTRE (VENEZIA) – Ubriaco si presenta a casa della ex a Venezia. Questo nonostante l’uomo non si potesse più avvicinare alla ex moglie a causa del divieto imposto dal giudice.

Un divieto che l’uomo non aveva mai rispettato, facendo vivere l’ex moglie nel terrore con persecuzioni e minacce all’ordine del giorno. La conseguenza dell’ennesimo avvicinamento, in condizioni di pesante ubriachezza, ha portato all’arresto del 47enne di Mestre.

La fine di un incubo

L’arresto dell’uomo ha posto fine ad un incubo durato mesi per l’ex moglie. Non era la prima volta che l’uomo era salito all’attenzione delle forze dell’ordine. Specialmente dopo che la moglie aveva già sporto denuncia verso di lui, proprio per il mancato rispetto del divieto di avvicinamento.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Divieto del quale il 47enne non si è minimamente interessato, tornando a casa della ex nella notte dell’8 giugno 2019. Stavolta l’uomo era completamente ubriaco, attaccandosi al campanello per tentare di farsi aprire.

L’insistenza ha svegliato l’ex moglie, terrorizzata, e il figlio. Ovviamente, la donna non ha aperto all’ex marito, ma ha chiamato subito i Carabinieri. Dopo qualche minuto i militari dell’arma sono giunti sotto casa della donna e hanno trovato l’uomo ancora lì, in attesa dell’ex moglie.

L’arresto dell’ex marito ubriaco

Non appena i Carabinieri hanno visto l’uomo sotto casa dell’ex moglie, nel pieno spregio del divieto di avvicinamento, l’hanno subito arrestato e condotto in caserma.

L’episodio è uno dei tanti, in aumento a Venezia, e le forze dell’ordine hanno fatto un appello a tutte le donne vittima di violenza o di stalking.

“Si rinnova ancora una volta l’invito, nel caso […] di episodi del genere, a segnalarli immediatamente alle forze dell’ordine”. Spiegando che solo così è possibile tutelare le vittime, punire i colpevoli e debellare questa piaga.

ultimo aggiornamento: 10-06-2019

X