Us Open 2019, Matteo Berrettini batte Monfils e vola in Semifinale dove trova Rafael Nadal. Il tennista italiano a un passo dallo scrivere un’altra pagina di storia.

US Open 2019, Matteo Berrettini non si ferma più! Il tennista italiano approda in Semifinale dopo aver sconfitto Gael Monfils in una partita al cardiopalma, vinta anche grazie a una buona dose di maturità e sangue freddo.

Berrettini-Monfils, Matteo è in Semifinale agli US Open

Berrettini-Monfils 3-6, 6-3, 6-2, 3-6, 7-6 (5)

Matteo Berrettini si trasforma da giovane promessa a serio candidato per la vittoria finale. Il tennista italiano ha conquistato i media italiani e non per aver raggiunto i quarti . Contro Monfils ha voluto superarsi con una vittoria al quinto set che gli vale la Semifinale.

La partita è stata combattuta colpo su colpo, con due tennisti intenzionati a non cedere il passo, come dimostra la risoluzione del match al tie break che rende l’onore delle armi allo sconfitto.

US Open, la semifinale

A un passo (anzi due) dal grande sogno Berrettini se la vedrà con los spagnolo Nadal, vincitore in tre set e senza eccessivo impegno della sfida con Schwartzmann. Per rimanere aggiornati potete consultare il tabellone del torneo o il sito ufficiale dello slam.

Berrettini nella storia del tennis italiano

Matteo sbarca per la prima volta in cui disputerà una semifinale in uno Slam. Il rischio che possa tremargli il polso c’è ma onestamente Berrettini in questi US Open sta dando una grande prova di maturità. Un deciso passo in avanti che lo porta obbligatoriamente a confrontarsi con il nome di Corrado Barazzutti, l’italiano che nel 1877 a Feresti Hills fu in grado di raggiungere la semifinale. Epoche diverse e tennis differenti, se consideriamo che all’epoca si giocava ancora sul terreno verde.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Matteo Berrettini Monfils News sport Tennis us open 2019

ultimo aggiornamento: 05-09-2019


Volley, Europei Femminili 2019: Italia in semifinale

Vuelta a Espana 2019, il sigillo di Gilbert. Roglic si conferma in rosso