Leylah Fernandez e Emma Raducanu continuano a splendere in quel di New York e conquistano la finale femminile degli US Open 2021

Dopo aver definito le semifinali maschili e femminili nella giornata di ieri, ecco le due finaliste del torneo singolare femminile degli US Open 2021! Una nottata storica per il tennis con Leylah Fernandez ed Emma Raducanu che volano all’atto conclusivo a Flushing Meadows. Due teenager si battaglieranno per il titolo, emulando in qualche modo Maria Sharapova considerando che la canadese è diventata la tennista più giovane dai tempi della russa a conquistare una finale Slam. Se la nordamericana batte i record di precocità o quasi, la britannica è degna di una storia da favola dato che non ha mai perso un set dalle qualificazioni in poi! Nessun giocatore aveva mai raggiunto una finale Major senza perdere parziali: messe in fila Schoofs, Bolkvadze, Sherif nelle qualificazioni; poi Voegele, Zhang, Sorribes, Rogers, Bencic e Sakkari. Due tenniste che hanno scalato posizioni nel ranking: la canadese è virtualmente #27 dopo aver guadagnato 46 posizioni e domani potrebbe diventare #19 al mondo. La britannica invece dalla 150^ edizione è al 32° posto con il sogno di entrare in top30. Dopo 22 anni, due teen si sfideranno in finale: all’epoca erano Serena Williams e Martina Hingis. Riusciranno ad emularle? In attesa dell’atto conclusivo, stasera e stanotte spazio alle semifinali maschili con Daniil Medvedev contro Felix Auger-Aliassime e Novak Djokovic contro Alexander Zverev.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Leylah fa la Storia: è la tennista più giovane dai tempi di Maria Sharapova a volare in finale

Per la prima volta nella storia dell’Era Open, due giocatrici si sfideranno per il titolo come non teste di serie. Leylah Fernandez ha battuto la testa di serie #2 Aryna Sabalenka a 19 anni e 4 giorni, vincendo per 7-6 4-6 6-4. Una vittoria che decreta lo status di stella mondiale della tennista canadese che stasera potrebbe essere emulata dal quasi coetaneo connazionale Felix Auger-Aliassime. Dopo Konjuh, Kanepi, Osaka, Kerber e Svitolina ecco lo scalpo più importante e che vale di più. Un talento che non si abbatte mai come nel primo set quando era sotto 1-4 oppure nel secondo set quando ha perso il servizio nel nono gioco e nulla ha potuto contro le bordate della bielorussa, che alla fine si è persa nel suo gioco monotono e privo di alternative. Infatti sul più bello, la #2 al mondo è stata tradita dalle sue armi consegnando la finale alla 19enne.

Emma Raducanu: la gioia delle favole provenendo dalle qualificazioni

Come recita il tweet… Emma Raducanu credici che l’hai fatto davvero! La britannica approda in finale dalle qualificazioni battendo la greca Maria Sakkari per 6-1 6-4 regalandosi una sorta di derby considerando che è nata a Toronto 18 anni fa. Una storia fantastica con la classe 2002 proveniente dalle qualificazioni da dove ha lasciato le briciole alle avversarie, soffrendo solo al secondo turno di quali. Una superiorità incredibile, come dimostrato anche stanotte volando subito 4-0 nel primo set nonostante le 7 palle break concesse alla greca che hanno difatti tramortito l’ellenica. Nonostante i tentativi della greca, Raducanu ha vinto senza complimenti anche nel secondo parziale, rischiando di chiuderla prima del previsto considerano le chance nel quinto gioco. La britannica e la canadese volano in finale meritatamente: saranno le stelle del futuro?

ultimo aggiornamento: 10-09-2021


Atletica, Tamberi sempre più nella storia: è il primo italiano a vincere la Diamond League

US Open 2021: Medvedev vola in finale! Ma Djokovic proverà a fare la Storia