Il presidente americano Joe Biden ha visitato la sede dell’Intelligence. Monito alla Russia e ai suoi possibili cyber attacchi, la Cina è la vera minaccia in futuro.

WASHINGTON – Joe Biden va all’attacco e mette in guardia di pericoli costituito da Russia e Cina.

Biden: “Putin pericoloso perché…”

La Russia sta già spargendo disinformazione nel tentativo di influenzare le elezioni americane di metà mandato del prossimo anno“. Lo ha detto Joe Biden rivolgendosi alla comunità dell’Intelligence Usa, visitando la sede della Direzione nazionale dell’intelligence. Il presidente americano ha definito Vladimir Putin una minaccia: “Sa che è in difficoltà e questo rende ancor più pericoloso, perché l’economia del suo Paese si basa solo su armi nucleari e pozzi petroliferi e nient’altro“.

Cyber attacchi sulle elezioni?

Il capo della Casa Bianca teme che i cyber attacchi potrebbero un giorno “scatenare una vero e proprio conflitto armato“. E, con essi, Mosca potrebbe influenzare le elezioni di midterm del 2022.
Biden ha nominato Mark Gitenstein ambasciatore Usa presso l’Unione europea. Gitenstein, che sotto l’amministrazione Obama è stato ambasciatore in Romania, ha 74 anni e negli ultimi decenni ha lavorato molto su progetti riguardanti l’Europa centrale ed orientale, come spiega la Casa Bianca, soprattutto sul fronte della lotta alla corruzione.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Joe Biden
Joe Biden

Cina futura potenza militare

Biden, ha avvertito che il cyber-attacchi potrebbero, un giorno, scatenare “un conflitto armato reale” e ha ricordato come le minacce informatiche stiano causando danni significativi nel mondo reale. Il presidente Usa ha poi avvertito che la Cina è sulla buona strada per diventare la più grande forza militare del mondo e la più grande economia del pianeta, traguardi che, a questo ritmo, raggiungerà a questo ritmo, ha detto, negli anni 2040.


Giustizia, Conte avvisa Draghi: “Senza modifiche fiducia difficile”

Hugo Chavez, il leader bolivariano del Venezuela