In USA la scuola si sceglie grazie agli Open Data

Arriva dagli Stati Uniti un’ottima dimostrazione di come gli Open Data possano essere usati per dare un servizio ai cittadini.

chiudi

Caricamento Player...

Gli Open Data, cioèi dati liberamente accessibili a tutti che sempre più spesso i governi, anche quello italiano mettono a disposizione, sono uno dei temi caldi degli ultimi anni. Perché spesso la possibilità di accedere a questi dati viene considerata, e percepita, come sinonimo di trasparenza.

Tuttavia, spesso, non basta mettere a disposizione i dati per fornire alle persone un servizio. E se in Italia Istat per esempio sta facendo un buon lavoro, mettendo a disposizione sia la possibilità di consultare tutti i dati “nudi e crudi” sia di accedere ad alcune funzioni tematiche più chiare, per esempio quelle sull’istruzione, in acluni contesti il lavoro è solo all’inizio. Soprattutto, spesso si ha l’impressione che queste funzioni siano dedicate principalmente a chi vuole conoscere i dati per amore di informazione o per lavoro.

Oltreoceano invece, la Casa Bianca ha lanciato una interessante iniziativa basata sugli Open Data: una nuova College Scorecard che permette agli aspiranti studenti di scegliere il college proprio utilizzando i dati provenienti dalle fonti ufficiali. Quello che colpisce, al di la dell’aspetto squisitamente tecnico, è l’approccio utilizzato. Il sito infatti è decisamente verticale (si occupa solo di fornire i dati sui college in base a richieste specifiche), ma soprattutto è estremamente completo e user friendly. La prima pagina potrebbe benissimo essere quella di una App o web app di grido lanciata da un team privato, con una forte attenzione anche all’aspetto cruciale per molti americani: costi, benefici, salario potenziale al termine del piano di studi e possibilità di accedere ad agevolazioni finanziarie e borse di studio.

Un esempio interessante, non tanto per l’utilizzo che viene fatto degli Open Data, ma di come oggi, anche per i governi e in generale i servizi pubblici, la user experience debba essere al centro.

Fonte foto copertina: screenshot sito College Scorecard