Una sparatoria in Texas è costata la vita a una persona. Il responsabile sarebbe un dipendente dell’azienda dove è avvenuta la tragedia.

STATI UNITI – Nella giornata di giovedì, in Texas, c’è stata una sparatoria che ha lasciato a terra senza vita una persona mentre altre sono state ferite, alcune in modo grave.

Sparatoria in Texas

Gli spari sono avvenuti in una azienda che produce arredamenti per la casa a Bryan, a circa 160 chilometri da Houston. La polizia rende noto che almeno una persona è deceduta e altre quattro sono rimaste ferite. La persona sospettata di aver aperto il fuoco è stata arrestata dopo una fuga: le forze dell’ordine hanno organizzato una massiccia caccia all’uomo. Dalle prime indiscrezioni si tratterebbe di un dipendente dell’azienda stessa. Ancora sconosciuto il movente della tragedia.
Appena 24 ore prima, in North Carolina, un’altra strage.

https://www.youtube.com/watch?v=5CrCCjogZto&ab_channel=NewsPage

Biden sul controllo delle armi

La sparatoria in Texas si è consumata nel giorno in cui il presidente americano Joe Biden ha lanciato il proprio appello al Senato per l’approvazione di due proposte di legge che introducano controlli più rigidi sulla circolazione delle armi da fuoco nel Paese.
La violenza armata negli Stati Uniti è un imbarazzo internazionale. E’ epidemica…“. Così ha dichiarato il capo della Casa Bianca, precisando che “nulla di quello che promuovo viola in alcun modo il Secondo emendamento” della Costituzione sul diritto a possedere armi in America, assicura il capo della Casa Bianca, respingendo la “falsa argomentazione” dei repubblicani e delle lobby del settore che si oppongono ad ogni forma di controllo.


Truffa aggravata ai danni dello Stato, arrestato un colonnello della Guardia di Finanza

Autocertificazione per gli spostamenti, il modulo da stampare