Usa, Trump cancella il piano ‘Dreamers’: duro colpo per immigrati ‘regolarizzati’

Lo annuncia il ministro della Giustizia, Jeff Sessions: “Provvedimento incostituzionale“.

Il ministro della Giustizia degli Stati Uniti, Jeff Sessions, ha annunciato nella mattinata americana un nuovo provvedimento deciso dall’amministrazione Trump: l’abolizione del programma di amnistia ‘Dreamers’ per gli immigrati. Secondo il ministro si trattava di un provvedimento incostituzionale, come riferito dall’Ansa. Grazia a questo programma diversi giovani arrivati illegalmente negli States durante l’infanzia hanno potuto accedere agli studi senza alcun rischio di espulsione.

Trump abolisce il piano ‘Dreamers’

Il provvedimento, che riguarda circa 800mila persone, annulla la precedente decisione dell’ammibistrazione Obama. La responsabilità sul tema è rimessa al Congresso, al quale viene riconosciuta una finestra di sei mesi per riuscire ad agire. Queste le parole di Sessions: “Sono qui oggi per annunciare che il programma noto come Daca, attivato durante l’amministrazione Obama, viene abrogato. La nazione deve fissare e applicare un limite su quanti immigrati ammettiamo ogni anno e ciò vuol dire che non tutti possono essere accettati. Ciò non vuol dire che siano cattive persone o che la nazione non li rispetta o li sminuisce in alcun modo. Vuol dire he stiamo applicando le nostre leggi nella maniera corretta, così come approvate dal Congresso“. Se il Congresso approverà tale proposta, sarà da decidere il futuro di quasi un milione di giovani immigrati.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 05-09-2017

Mauro Abbate

X