'Miracolo sul ghiaccio', l'oro americano di hockey il 22 febbraio 1980

Usa-Urss, il ‘Miracolo sul ghiaccio’: gli americani battono i sovietici alle Olimpiadi del 1980

Il 22 febbraio di quarantanni fa il ‘Miracolo sul ghiaccio’: gli Stati Uniti vincono l’oro olimpico di hockey battendo i favoritissimi dell’Unione Sovietica.

Sono passati quarantanni dal ‘Miracolo sul ghiaccio‘. Era il 22 febbraio 1980, infatti, quando si è disputata la finale tra Stati Uniti e Unione Sovietica, valido per il titolo olimpico di hockey.

Il cammino di Usa e Urss

Nel 1980 i Giochi olimpici invernali vengono tenuti a Lake Placid, cittadina dello stato di New York. Nel torneo dell’hockey, i favoriti erano chiaramente i giocatori dell’Unione Sovietica, nazionale che aveva vinto cinque delle ultime sei olimpiadi.
Nei gironi eliminatori, l’Urss fa cinque vittorie su cinque mentre gli Usa pareggiano un match contro la Svezia. Pertanto, nel girone finale accedono proprio sovietici, americani, svedesi e finlandesi.

https://www.youtube.com/watch?v=SR56GJ05IMs

Il ‘Miracolo sul ghiaccio’

Così, il 22 febbraio 1980, c’è la sfida Usa-Urss, in piena Guerra Fredda. Sovietici in vantaggio con Krutov, pareggio a stelle e strisce di Schneider. Unione Sovietica ancora avanti con Makarov. A un secondo dallo scadere del primo tempo, pareggio dell’americano Johnson.
Nel secondo tempo, la rete di Malcev portò ancora una volta in vantaggio l’Urss.
Nel terzo e ultimo tempo, gli Usa fanno 3 a 3 con la seconda rete di Johnson. Poi, il capitano Eruzione fa esplodere il palaghiaccio con il gol del 4 a 3!

ultimo aggiornamento: 22-02-2020

X