Ustica, la testimonianza di chi avebbe dovuto prendere quel volo...

Ustica, 40 anni dopo. Una sopravvissuta: “Sarei dovuta essere su quell’aereo con mia figlia…”

Il 27 giugno 1980 avvenne la strage di Ustica. Il DC-9 Bologna-Palermo precipitò in mare: nessun sopravvissuto. La testimonianza di Anna Maria Calia.

Sono passati 40 anni dalla strage di Ustica. Era il 27 giugno 1980 quando, intorno alle 21, il DC-9 diretto da Bologna a Palermo, sparisce dai radar al momento del passaggio nei pressi dell’isola antistante il capoluogo siciliano. Tutti gli occupanti, 77 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio, perirono.

Ustica, la testimonianza di una sopravvissuta

A quarantanni di distanza, una sopravvissuta a quella strage, ha raccontato la sua storia a TgCom24: “Quel venerdì 27 giugno 1980, su quel Dc9 Itavia abbattuto a Ustica, dovevo fare il mio primo volo: avrei portato mia figlia Manuela, 40 giorni, a far conoscere i nonni e i parenti di Castelvetrano (Trapani); il destino mi fece comprare il biglietto per il giorno dopo e posso dire che è stato un miracolo. E’ questo il pensiero che mi accompagna da 40 anni“.
Anna Maria Calia è una siciliana di 76 anni che vive a Bologna da oltre mezzo secolo. “Dovevo essere su quell’aereo. Io poi all’ultimo cambiai idea, mentre la mia amica e vicina di casa partì, con i suoi tre figli di 9 e 6 anni e l’ultimo di 9 mesi, e sua sorella di 17 anni“, aggiunge con voce rotta dall’emozione.

https://www.youtube.com/watch?v=iMpo4DzXCWg

Il destino

Avevamo pensato di acquistare il biglietto per quel venerdì. Mio marito, però, che lavorava alla Fiat, a pochi giorni dalla partenza, aveva deciso che non valeva la pena uscire prima dal lavoro per un periodo di ferie che comunque sarebbe stato lungo e preferiva farsi il viaggio in treno. Ma io avevo una bimba di 40 giorni e, pur se sarebbe stato il mio battesimo dell’aria, non avrei affrontato un viaggio così lungo in cuccetta da Bologna a Trapani. Così, pensai: ‘Devo viaggiare da sola, parto con calma sabato, non mi cambia nulla mezza giornata in più o in meno e mi faccio accompagnare comodamente all’aeroporto..’. Questo cambio di programma ci ha salvato la vita“.

ultimo aggiornamento: 27-06-2020

X