Vaccini, il Commissario Figliuolo scrive alle Regioni: “Basta annunci non coordinati, la priorità sono i soggetti fragili”.

Il Commissario all’emergenza Figliuolo scrive alle Regioni alle quali chiede di vaccinare prioritariamente gli over 60 e i soggetti fragili e di evitare annunci non coordinati. Ed evidentemente non in linea con le indicazioni della struttura commissariale.

La lettera del Commissario Figliuolo alle Regioni

Stando a quanto riferito da il Corriere della Sera, il Commissario Figliuolo ha inviato una lettera ai presidenti delle Regioni ribadendo che la priorità per quanto riguarda la campagna di vaccinazione restano gli over 60 e i soggetti fragili. Dopo essersi complimentato per il lavoro svolto fino a questo momento, il Generale si sarebbe soffermato su alcune dichiarazioni degli ultimi giorni. Il riferimento sarebbe, secondo il quotidiano, agli annunci fatti da alcuni presidenti di Regione. Annunci che non sarebbero in linea con le indicazioni della struttura commissariale e che rischiano di creare confusione.

Francesco Paolo Figliuolo
Francesco Paolo Figliuolo

La ripresa passa per la campagna di vaccinazione

Nel bene e nel male la ripresa passa per la campagna di vaccinazione. E con la stagione turistica alle porte proprio il vaccino potrebbe diventare un’offerta in grado di attrarre turisti. Questo evidentemente sarebbe un rischio. Il Commissario deve assicurarsi che le Regioni procedano insieme così da uscire dall’incubo insieme, senza lasciare indietro nessuno. Evidentemente la tentazione di accelerare c’è, ma la campagna di vaccinazione impostata dal Commissario sta dando i suoi risultati, come confermato anche dai dati sui contagi, ad esempio. Inoltre è stato raggiunto il traguardo delle 500.000 somministrazioni giornaliere nei tempi indicati dal Commissario. Insomma, la strada intrapresa è quella giusta. La campagna di vaccinazione ha portato alla stagione delle riaperture. Ora si deve andare avanti uniti.

TAG:
vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 21-05-2021


“Il Covid sarà endemico, sono possibili nuove ondate”. Il mondo verso un’era di pandemie

Matrimoni, nessun limite per gli invitati. Ristoranti, centri commerciali, palestre e piscine: le regole delle riaperture