Il vaccino AstraZeneca è quasi del tutto inefficace contro la variante sudafricana del Covid. E il Sudafrica ferma la somministrazione.

La prima battuta d’arresto nella lotta contro le varianti del Covid arriva dal vaccino AstraZeneca, che sarebbe sostanzialmente inefficace contro la variante sudafricana del nuovo coronavirus.

Covid, vaccino AstraZeneca non è efficace contro la variante sudafricana

Per la precisione, il vaccino di AstraZeneca è efficace al 10% contro la variante sudafricana. Sostanzialmente non offre alcuna protezione. Questo emerge dagli studi condotti dai ricercatori dell’Università di Oxford, che certificano in qualche modo il fallimento del vaccino contro la variante proveniente dal Sudafrica, che è una di quelle che preoccupa di più per diffusione e rapidità di trasmissione.

In base ai dati raccolti su una ricerca su piccola scala, l’efficacia del vaccino è estremamente ridotta contro i casi di infezione lieve e moderata. La speranza è che possa rivelarsi efficace contro i casi gravi di infezione. La diminuzione dell’efficacia dei vaccini contro la variante sudafricana e contro la variante brasiliana era stata evidenziata anche dall’Iss nelle risposte alle domande frequenti sulle varianti.

Vaccino
Vaccino

Il Sudafrica ferma la somministrazione

Alla luce dei dati sulla scarsa efficacia del vaccino, il Sudafrica ha deciso di sospendere momentaneamente la somministrazione delle dosi. La battuta di arresto complica e non poco la situazione in Sudafrica. Si tratta di uno dei Paesi più colpiti dal Covid e più in difficoltà con la campagna di vaccinazione che avrebbe dovuto prendere il via nei prossimi giorni proprio grazie alle dosi di AstraZeneca, che invece sarebbero quantomeno poco utili contro la variante sudafricana.

La campagna di vaccinazione nei Paesi in via di sviluppo

La cattiva notizia è legata al fatto che AstraZeneca è uno di quei prodotti destinati ai paesi in via di sviluppo, che non hanno risorse economiche per partecipare alla corsa al vaccino. Il rischio è che nel continente africano il prodotto possa essere sostanzialmente inutile visto che la variante sudafricana, dove si diffonde, diventa presto dominante.


Metropolitana di Roma, l’inaugurazione di Einaudi

Covid, indagine sulla pandemia, Oms: l’origine è animale