Un medico è indagato per aver somministrato una soluzione fisiologica al posto del vaccino. La denuncia di alcuni pazienti.

FALCONARA MARITTIMA (ANCONA) – Un medico è indagato per aver somministrato una soluzione fisiologica al posto del vaccino anti-Covid Pfizer. Lo strano episodio è avvenuto in uno studio di Falconara Marittima, in provincia di Ancona. Secondo quanto precisato da La Repubblica, una trentina di pazienti erano convinti di essere immunizzati, ma in realtà non aveva ricevuto nessuna dose.

La denuncia è stata presentata da tre pazienti ed è stata aperta un’indagine dalla Procura con l’accusa di falso ideologico e lesioni commesse da pubblico ufficiale.

Le indagini

L’indagine è stata aperta dalla Procura di Ancona dopo la segnalazioni da parte di tre pazienti. Gli approfondimenti hanno portato alla luce questa vicenda: al posto della dose di vaccino il medico di base avrebbe somministrato una soluzione fisiologica.

La documentazione è stata acquisita e nei prossimi giorni si cercherà di capire se anche altri pazienti sono state truffate dal medico. Il numero ipotizzato dagli inquirenti è una trentina, ma non si esclude un dato molto più importante. Il dottore si sarebbe giustificato dicendo che ha fatto tutto questo per accontentare i pazienti che lo pressavano per essere vaccinati.

Polizia
Polizia

I ‘furbetti’ del vaccino in Sicilia

In Sicilia, invece, 15 persone sono state indagate per aver saltato la fila durante le vaccinazioni. Come riferito da La Repubblica, i cittadini hanno firmato una autocertificazione dove dichiaravano di far parte delle categorie ritenute prioritarie, ma non era vero. Tra loro anche un funzionario pubblico che si è spacciato per dipendente dell’università.

Le indagini sono ancora in corso e nelle prossime settimane altre persone potrebbero essere coinvolti in questa particolare inchiesta. E la caccia al ‘furbetto’ del vaccino in tutta Italia continua senza sosta anche su pressing del premier Draghi.

TAG:
coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 22-04-2021


L’allarme sulle riaperture, “Rischiamo molti morti”

Milano, arrestato il latitante Antonio Calì