Vaccino Covid, Pfizer consegnerà all’Ue 75 milioni di dosi in più nel secondo trimestre del 2021. L’annuncio di Ursula von der Leyen.

A fronte dei ritardi e dei problemi riscontrati fino a questo momento con AstraZeneca e con Moderna, l’Ue si assicura ulteriori 75 milioni di dosi del vaccino Pfizer contro il Covid per il secondo trimestre del 2021.

Vaccino Covid, Pfizer consegnerà all’Ue 75 milioni di dosi in più nel secondo trimestre del 2021

In base al nuovo accordo l’Ue riceverà da Pfizer-BioNTech 75 milioni di dosi in più nel secondo trimestre del 2021. Ad oggi quindi entro la fine dell’anno l’Unione europea dovrà ricevere seicento milioni dosi.

Vaccini
Vaccini

Von der Leyen, “Lavoriamo per assicurare che i vaccini vengano consegnati agli europei”

L’annuncio arriva, non senza comprensibile soddisfazione, dalla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha annunciato il nuovo accordo con un tweet condiviso sulla propria pagina ufficiale.

“Lavoriamo con le aziende farmaceutiche per assicurare che i vaccini vengano consegnati agli europei. Pfizer-Biontech consegnerà 75 milioni di dosi in più nel secondo trimestre dell’anno e fino ad un totale di 600 milioni di dosi nel 2021”.

Di seguito il tweet condiviso dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen sul proprio profilo ufficiale.

La campagna di vaccinazione in Italia, Ricciardi: “Avremo bisogno di una organizzazione di tipo militare che ancora non c’è”

Intanto Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, ha fatto sapere ai microni de il Messaggero che nelle fasi successive della campagna di vaccinazione l’Italia avrà bisogno di una organizzazione di tipo militare. Questo perché la campagna di vaccinazione contro il Covid non può essere considerata ordinari amministrazione.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 01-02-2021


Zona gialla e assembramenti, gli esperti: “Epidemia può ripartire”. Cts contro i sindaci, l’Anci. “Basta tiro al bersaglio”

Coronavirus, entra in vigore la nuova ordinanza di Speranza. I nuovi colori delle Regioni e le regole