Valentino Rossi condannato in Appello: le ultime sulla sentenza

Valentino Rossi condannato in Appello: il ‘Dottore’ deve pagare gli ex custodi della villa

Valentino Rossi condannato in Appello. Il ‘Dottore’ deve pagare una multa di 34mila euro agli ex custodi della sua villa di Tavullia.

ANCONA – Valentino Rossi condannato in Appello dal Tribunale di Ancona. Il Dottore nelle prossime settimane dovrà risarcire gli ex custodi della sua villa di Tavullia per un licenziamento sbagliato. Il nove campione del mondo dovrà sborsare una cifra di 34mila euro per risarcire la famiglia.

Possibile un ricorso in Cassazione da parte del pilota italiano per cercare di avere uno ‘sconto’. Il giudizio di terzo grado potrebbe essere decisivo visto che fino a questo momento c’è stato un pareggio con l’ultima sentenza che ha visto sconfitto il Dottore.

La sentenza di secondo grado

Dopo la vittoria in primo grado da parte di Valentino Rossi, la famiglia di origine moldava ha fatto ricorso in Appello. I giudici hanno ‘ribaltato’ la sentenza dei ‘colleghi’ condannando il Dottore a pagare un risarcimento da 34mila euro ai suoi ex custodi.

Secondo quanto riportato da Il Resto Carlino, è stato dimostrato in Aula che la villa era già stata assegnata a Rossi e di conseguenza doveva continuare a pagare lo stipendio ai due custodi. Da valutare un possibile ricorso in Cassazione con il pilota di Tavullia che potrebbe decidere di mettere fine alla vicenda visto che il rimborso delle spese giudiziarie è arrivato a 16mila euro.

Valentino Rossi
fonte foto https://twitter.com/YamahaMotoGP

La vicenda

La vicenda risale al 2016, quando la tenuta di Rossi a Tavullia è stata venduta e di conseguenza licenziata la coppia dei custodi. La decisione era stata impugnata dai moldavi che hanno chiesto in primo grado un risarcimento di 114mila euro per straordinari non pagati, risarcimento e sfratto a loro carico.

In primo grado era arrivata la vittoria di Valentino Rossi mentre in secondo sentenza ribaltata con i giudici che hanno dato ragione alla coppia.

fonte foto copertina https://twitter.com/YamahaMotoGP

ultimo aggiornamento: 20-01-2020

X