Vanessa Ballan, testimone rivela la violenza inaudita: l'orrore prima dell'omicidio
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Vanessa Ballan, testimone rivela la violenza inaudita: l’orrore prima dell’omicidio

coltello arma criminale

Rivelazione shock di un testimone sul carattere e i comportamenti violenti di Bujar Fandaj, accusato dell’omicidio di Vanessa Ballan.

L’omicidio di Vanessa Ballan, la 26enne ammazzata nel comune di Riese Pio X nel Trevigiano ha scosso l’opinione pubblica, soprattutto per la sua storia e le modalità con cui è avvenuto l’assassinio. La donna, per altro, era anche incinta e il suo presunto killer, Bujar Fandaj, ora in carcere, non ha avuto pietà. A destare particolare attenzione in queste ore, alcune ricostruzioni sui momenti precedenti al delitto. Non solo un video in cui si vedono le azioni dell’uomo, ma anche la testimonianza di un episodio di violenza precedente al giorno dell’assassinio.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

coltello arma criminale

Vanessa Ballan, l’episodio raccontato dal testimone

Secondo le varie ricostruzioni relative al rapporto tra la povera Vanessa e Bujar, pare proprio che l’uomo la stesse perseguitando. In modo particolare gli atteggiamenti del kosovaro sarebbero stati anche piuttosto violenti non solo con lei, ma anche per chi le stava attorno.

Infatti, a ‘La Vita in Diretta’, su Rai1, un testimone ha raccontato quanto accaduto qualche tempo prima dell’omicidio. Secondo le parole dell’uomo, il presunto killer della Ballan lo avrebbe avvicinato dopo che lui e Vanessa si erano parlati in un supermercato.

“Ho avuto tantissima paura di lui, era come un armadio, bello grande quindi mi sono spaventato molto”, ha spiegato in tv l’uomo. “Ho incontrato Bujar mentre ero alla cassa. Vanessa mi aveva chiesto dei soldi da cambiare perché le servivano banconote da 5 euro e io come faccio spesso con lei ho accettato di farlo. A quel punto Bujar ha cominciato a lamentarsi. Vanessa mi ha detto di lasciar perdere e di continuare a fare ciò che stavamo facendo. Fino a quando non l’ho mandato a quel paese e lui si è scaldato. Sono uscito e ho raggiunto la mia auto, e me lo sono ritrovato in mezzo alla strada, ha dato una botte sul vetro della macchina“.

I funerali e il lutto

Nella giornata di venerdì 29 dicembre 2023, invece, saranno celebrati i funerali per la povera Vanessa. La cerimonia sarà guidata dal vescovo di Treviso Michele Tomasi e avverrà nel duomo di Castelfranco Veneto, dalle 14.30.

In tutta la regione Veneto ci sarà il lutto come annunciato dal presidente Luca Zaia. Una situazione che era già accaduta il 5 dicembre scorso, per i funerali di Giulia Cecchettin, con l’invito a esporre o indossare nastri rossi e simboli contro la violenza sulle donne.

A prendere parte all’iniziativa anche i Comuni trevigiani di Castelfranco Veneto, Riese Pio X,  Altivole, Loria, Castello di Godego, Vedelago e Resana dove i sindaci hanno disposto lo spegnimento delle luminarie natalizie già dalle ore precedenti alla cerimonia funebre. 

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2023 14:15

Ragazzo di 15 anni accoltellato: il motivo è assolutamente assurdo

nl pixel