A lungo controllata da brand storici, l’industria della bellezza è diventata online e marchi prestigiosi abbracciano sia aree geografiche che demografiche

Gli imprenditori si affrettano a salutare una nuova ondata di consumatori alla ricerca di nuove norme e prodotti di nicchia. Aggrappati allo status di impresa, i produttori su larga scala rispondono inoltre acquisendo le loro controparti indipendenti e sempre più alla moda. 

Il mercato della cosmetica nell’anno 2020 

L’anno 2020 da poco terminato ha influito negativamente sulle vendite di cosmetici e prodotti per la cura della persona. Tale affermazione è certamente vera, ma nonostante ciò l’industria della bellezza sta crescendo soprattutto grazie agli e-commerce che come si è già notato nel primo trimestre del 2021 sembrano anch’essi cavalcare l’onda di un successo che per molti altri settori invece è soltanto un miraggio.  

In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo nei dettagli come sono andate le vendite dell’industria cosmetica nel 2020, quali sono le previsioni per il 2021 e chi saranno i bestseller del settore

Donna che sorride

Le principali tendenze del settore della bellezza 

L’anno scorso ha creato cambiamenti nel modo con cui molte persone hanno consumano prodotti di bellezza. Tuttavia sebbene le vendite di trucchi siano diminuite l’industria della cosmetica è ancora molto attiva e viva.  

Alcune tendenze sono state spinte dalla pandemia stessa, ma molte derivano dai blocchi che sono stati messi in atto per limitare la diffusione della stessa. Alcune tendenze hanno tra l’altro a che fare con un cambiamento culturale legato alla coscienza sociale, mentre altre sono state ispirate dai social media e dalla cultura degli “influencer“. 

La gente ora spende ore a scegliere un arricciacapelli o piastre generiche e prodotti per la bellezza, facendo della propria ricerca un vero e proprio asset per la propria cura del corpo. 

La cura della pelle è sempre fiorente 

La cura della pelle è diventata molto popolare soprattutto di recente. In effetti, la cura della pelle del viso rappresenta ben il 19% dell’industria della bellezza nel suo complesso. Parte di questo ha a che fare con il desiderio di ottenerne una più luminosa e senza dover truccarsi e con l’ossessione di prevenire le rughe e altri segni dell’invecchiamento.  

Molte persone considerano inoltre le pratiche di cura della pelle terapeutiche, quindi anche questo fattore ha contribuito alla sua crescente popolarità.  

Prodotti come creme idratanti, detergenti, sieri ed esfolianti si sono comportati quindi eccezionalmente bene sul mercato.  Anche la domanda di sostanze per con collagene, vitamina C e CBD (cannabidiolo) è cresciuta poiché questi ingredienti sono diventati parole d’ordine nel settore. 

I prodotti naturali nell’anno 2021 sono in aumento 

Le persone stanno diventando più consapevoli di ciò che mettono dentro e sui loro corpi. Questa concezione deriva dal fatto che con così tanti prodotti, appare chiaro che da parte dell’industria della bellezza, ne vengono introdotti sempre più e con sostanze chimiche indesiderabili e ingredienti che dal punto di vista dell’efficacia appaiono soltanto di riempimento.  

Questa che per certi versi possiamo definire una reazione alquanto giustificata sta spingendo le persone a dare un’occhiata più da vicino al tipo di prodotti che intendono utilizzare per cui sono alla costante ricerca di alternative di bellezza pulite anche se queste opzioni in genere hanno un prezzo più alto.  

Le opzioni a base vegetale con imballaggi sostenibili rientrano in questa categoria. In risposta a tale tendenza, molte aziende hanno provato una tattica di marketing chiamata “greenwashing 3 “, ovvero quando i prodotti sono etichettati come “naturali”, “puliti”, “verdi” o “ecologici”, anche se purtroppo spesso non lo sono affatto. Questa è stata la radice di alcune controversie poiché i marchi hanno approfittato dei consumatori che desiderano opzioni veramente più naturali. 

La bellezza fai-da-te è cresciuta 

Poiché i saloni sono considerati attività “non essenziali”, molti sono stati chiusi per diversi mesi per la maggior parte del 2020. Per questo motivo, tantissime persone sono state costrette al fai da te domestico.  

Ad aiutarli è stata la presenza sul mercato online di svariati prodotti inclusi kit per unghie, ceretta per il corpo, tinture per capelli e kit per il viso che sono diventati ancora più popolari di quanto già lo erano nell’anno 2020. I prodotti per la rasatura e la depilazione tra l’altro indicano anch’essi un aumento del volume degli ordini annui del 97% e le forniture di unghie hanno addirittura registrato un aumento del 175%.  

A facilitare il fai da te nel settore della bellezza sono stati tuttavia anche i video e i tutorial di YouTube relativi alle coccole a casa e che hanno registrato per questo motivo un considerevole aumento delle visualizzazioni. 

Il boom del trucco adatto alle mascherine 

Le mascherine sono attualmente obbligatorie al chiuso e anche all’aperto e non solo in Italia ma anche in tante altre parti del mondo.  Per questo motivo molte persone ed in particolare le donne sono costretti a scegliere delle opzioni di trucco adatte a questa protezione. Premesso ciò, va altresì aggiunto che coprendo il viso dal naso in giù, le mascherine danno agli occhi, alle ciglia e alle sopracciglia il tempo di brillare.  

Per questo motivo prodotti come ombretto, trucco per sopracciglia, ciglia, correttori e mascara stanno tornando utili. Anche il rossetto liquido è diventato uno dei preferiti poiché è meno probabile che ci siano delle sbavature rispetto ai lucidalabbra e ai rossetti normali. In questo modo, le persone possono indossare e togliere le mascherine senza preoccuparsi di rovinare il trucco sottostante.  

Previsioni per il 2021 per l’industria della bellezza 

Allo stato attuale è difficile fare previsioni sull’industria della bellezza per il corrente anno poiché gran parte del mondo è ancora alle prese con le problematiche legate alla pandemia.  Tuttavia, poiché i vaccini stanno diventando disponibili, per molte persone c’è una maggiore certezza di poter ritornare in strada per lavoro, scuola e attività ricreative.  

Con l’apertura di ristoranti, bar e altri locali, è probabile tra l’altro che le persone continueranno ad acquistare e truccarsi come facevano fino a due anni orsono.  

Inoltre, la cura del capello tornerà molto in voga. Nonostante lo stare chiusi in casa, ci sarà un vero e proprio boom di shampoo per bisogni specifici, come forfora o capelli grassi

Qualunque cosa accada, molto probabilmente l’industria della bellezza continuerà quindi a vedere nuovi sviluppi che creeranno opportunità di business per coloro che sono interessati e che con assoluta certezza faranno da traino alle attività ad essa correlata e che includono negozi di barbiere e parrucchiere, centri estetici e store fisici e online che ritorneranno tutti a rifiorire come un paio di anni addietro. 

Il bestseller nella sezione cosmetici 

Sebbene non si possa giurare sulla certezza di recuperare l’abituale routine di cura del viso in tempi brevi, questo nuovo anno è comunque il momento perfetto per dare una possibilità a diversi prodotti specifici proprio per il viso di ritornare in auge.  

Premesso ciò, va altresì aggiunto che tra i brand che vanno per la maggiore e che sono riusciti nonostante tutto ad emergere sul mercato specie quello online, c’è sicuramente un bestseller noto come L’Oreal Paris.  

Con le fiale e un siero al retinolo giusto per citare due dei prodotti più gettonati e commercializzati dalla suddetta azienda cosmetica francese, va detto che il 2021 è destinato ad essere addirittura un anno buono sotto tutti gli aspetti compreso questo settore.  

Premesso ciò, volendo entrare nel dettaglio dei suddetti prodotti che rappresentano il fiore all’occhiello dell’Oréal, è doveroso aggiungere che le fiale L’Oréal Paris Revitalift Derm Intensives 1,9% di acido ialuronico puro 7 fiale rimpolpanti sono dotate di sette dosi di acido ialuronico (al 100%) ideale per idratare la pelle, lasciandola visibilmente più liscia, rimpolpata e con molte meno rughe. 


Bonus elettrodomestici: cos’è e come funziona

L’industria dei giocattoli sessuali: vendite, previsioni e bestseller