Venezia, Charlotte Rampling miglior attrice. Leone d’oro a The shape of Water

Si è conclusa questa sera la 74esima edizione della Mostra d’arte cinematografica di Venezia. Ecco tutti i premi assegnati.

chiudi

Caricamento Player...

VENEZIA – Si è conclusa questa sera la 74esima edizione della Mostra del cinema di Venezia. Il Leone d’Oro viene conquistata dal fantasy The shape of Water, diretto dal messicano Guillermo del Toro: “Ho 51 anni – dichiara dal palco il regista – peso 136 chilo e ho fatto 10 film. Come narratore, a prescindere dall’età, con un film prendi sempre dei rischi cercando di fare qualcosa di diverso. È la prima volta che un regista messicano ottiene questo premio e lo dedico a tutti i filmaker sudamericani che sognano di raccontare attraverso il fantasy“.

Un po’ d’Italia tra i premi. Charlotte Ramping vince il premio come miglior interpretazione

Tra i premi c’è anche un po’ d’Italia con la grandissima Charlotte Rampling vince il premio come miglior interpretazione femminile nel film Hannah dell’italiano Andrea Pallaoro.

I vincitori della Mostra di Venezia

Leone d’oro: Guillermo del Toro per The shape of Water
Leone d’argento per la miglior regia: a Xavier Legrand per Jusqu’à la garde
Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile: Charlotte Ramping (Hannah di Andrea Pallaoro)
Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile: Kamel El Basha (The insult di Ziad Doueiri)
Il Gran Premio della giuria di Venezia 74: Foxtrot di Samuel Maoz
Premio per la miglior sceneggiatura: Martin McDonagh per Three billboards outside Ebbing, Missouri
Il Premio speciale della Giuria di Venezia 74: Sweet country di Warnick Thornton
Premio Marcello Mastroianni: Charlie Plummer
Leone del futuro: Jusqu’à la garde di Xavier Legrand
Orizzonti/Miglior cortometraggio: Grosse chagrin di Céline Devaux
Miglior documentario sul cinema: The Prince and the Dybbuk
Miglior film restaurato: Idi i smotri
Miglior Virtual reality: Arden’s Wake
Miglior esperienza Virtual reality: La camera insabbiata
Miglior storia Virtual reality: Bloodless