Venezia, Toninelli corre ai ripari dopo la strage sfiorata

Dopo l’incidente nel canale della Giudecca Danilo Toninelli assicura che entro giugno sarà presentato il piano per lo stop alle grandi navi a Venezia.

VENEZIA – Toninelli studia lo stop alle grandi navi nella laguna. L’annuncio del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti arriva dopo l’incidente avvenuto a Venezia nella giornata del 2 giugno, quando una nave da crociera ha terminato la sua corsa contro un battello turistico ormeggiato al molo. Il bilancio si è fermato fortunatamente a quattro feriti ma sarebbe potuto essere decisamente più grave.

Di seguito il video dello scontro tra la nave da crociera e il battello turistico.

Incidente a Venezia, si riaccende la polemica sulle ‘grandi navi’ nella Laguna

L’episodio, come ampiamente prevedibile d’altronde, ha riacceso la polemica sul passaggio delle grandi navi nelle acque che bagnano Venezia. Si tratta di una pratica diffusa da anni, sicuramente suggestiva e con un suo risvolto economico non indifferente. A mancare però è la totale sicurezza per i passeggeri delle navi e per i veneziani, che da tempo chiedono che le grandi navi gettino l’ancora al largo.

Salvini contro il ‘Ministero romano’

Il primo a puntare il dito contro Danilo Toninelli o comunque contro il Movimento Cinque Stelle è stato Matteo Salvini che, commentando i fatti di Venezia, ha ricordato come la Lega avesse proposto già mesi fa un provvedimento per fermare le grandi navi. Provvedimento che sarebbe stato bloccato da un’altro No a cinque stelle.

Danino Toninelli
Danilo Toninelli

Toninelli assicura: risoluzione entro giugno

Stando a quanto riferito dallo stesso Toninelli, il progetto per fermare le grandi navi dal canale della Giudecca, dove è avvenuto l’incidente, dovrebbe essere presentato entro e non oltre la fine del mese di giugno.

Intervenuto ai microfoni di Radio Padova, il ministro ha commentato i fatti di Venezia.

“I veneziani sono arrabbiati con me? Anche io sono arrabbiato, insieme ai veneziani. Ma il problema delle grandi navi c’è più o meno dal 2003 e io sono ministro da un anno. Loro hanno tutte le ragioni, ma noi stiamo cercando di affrontare il problema in maniera concreta. Abbiamo ereditato i problemi e li stiamo risolvendo. Sono arrivati tre studi di fattibilità ed entro giungo verrà preso in considerazione quello definitivo“.

ultimo aggiornamento: 03-06-2019

X