Per gestire i flussi turistici dal 2023 per entrare a Venezia bisognerà pagare una tassa.

Ad agosto inizierà la sperimentazione degli sconti sui ticket per chi prenota in anticipo un viaggio a Venezia. Il contributo d’accesso fisso entrerà in vigore l’anno prossimo. Si tratta di un contributo diverso dalla tassa di soggiorno presente in tutte le città, sarà proprio un ticket di entrata e riguarderà quindi solo i turisti giornalieri.

Il pagamento per entrare nel capoluogo veneto arriverà dal 16 gennaio 2023, questo ticket fa parte di un sistema messo in atto dal comune di Venezia per gestire i flussi all’interno della città unica al mondo. Il contributo per l’ingresso nella città sarà gestito da una piattaforma multicanale e multilingua dove sotto forma di qr-code potrà essere esibito “alle porte della città”.

Venezia
Venezia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Fra un mese al via la sperimentazione

Come per i treni ad alta velocità, sarà consigliabile prenotare con largo anticipo il giro turistico giornaliero a Venezia perché piùampio sarà l’anticipo meno si pagherà. Saranno esentati da questo pagamento ovviamente i residenti ma anche chi lavora nella città, studenti che frequentano le scuole e le università. Non pagheranno nemmeno proprietari di immobili e bambini di età inferiore ai sei anni, disabili e accompagnatori e coloro che dovranno accedere a strutture sanitarie. Esenti dal ticket anche amministratori pubblici, volontari e personale delle forze dell’ordine, familiari fino al terzo grado di parentela.

La sperimentazione ha inizio fra un mese e ha il principio di garantire sconti per mezzi e luoghi di cultura per chi decide di organizzare il suo viaggio con un mese di anticipo. “Abbiamo pensato che per iniziare ad abituare la gente a pensare che forse è meglio prenotare o cercare di accedere alla città con un certo anticipo – ha spiegati Zuin – dall’1 agosto, chi è senza Carta Venezia potrà acquistare i biglietti del trasporto pubblico usando le stesse tariffe in vigore oggi, rispetto a quelle nuove, aumentate, che partiranno dall’1 settembre”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-07-2022


Nasce il Global Youth Tourism

Covid, Iss: “Epidemia in fase acuta”, colpa di Omicron 5