Terremoto in Venezuela, Parlamento dichiara illegittimo Maduro

Terremoto in Venezuela, il Parlamento dichiara illegittima la presidenza di Maduro quando inizierà il suo secondo mandato.

Terremoto politico in Venezuela, dove il Parlamento ha dichiarato illegittima la presidenza di Maduro nel momento in cui inizierà il suo secondo mandato. La decisione, accompagnata dalla polemiche, ha valore esclusivamente simbolico ma potrebbe contribuire alla creazione di un clima di instabilità all’interno del paese.

Venezuela, Parlamento definisce illegittima rielezione di Maduro al secondo mandato

Nel mirino c’è la rielezione di Maduro, considerata illegale. “Usurperà la presidenza del Venezuela dal 10 gennaio, quando assumerà il suo secondo mandato“, ha decretato il Parlamento che si è detto intenzionato a istituire un governo di  transizione per arrivare a nuove elezioni. Il Parlamento sarà quindi l’unico organo legittimo che rappresenta il volere e l’orientamento del popolo.

La presa di posizione del Parlamento ha un simbolico ma potrebbe portare all’instabilità

Giusto sottolineare come la presa di posizione – certamente netta – abbia un valore puramente simbolico ma che senza dubbio contribuisce alla creazione di un clima di instabilità e incertezza politica che potrebbe portare a manifestazioni e incidenti di piazza.

Tutte le polemiche del Venezuela: dai milioni di voti alle accuse di broglio

Eppure sono in molti quello che vedono nella decisione del Parlamento venezuelano un gioco di potere, una macchinazione politica. La situazione nel paese è instabile, con Maduro che resta forte dei sei milioni di voti presi alle ultime elezioni e le opposizioni che parlano di brogli e azioni intimidatorie per spiegare il successo del presidente e soprattutto per screditarlo.

ultimo aggiornamento: 06-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X