Italia, Ventura: “Non andare al Mondiale sarebbe una catastrofe”

Ecco le parole del commissario tecnico Gian Piero Ventura: “Spareggi? Non ci penso. Sono favorevole al VAR”.

chiudi

Caricamento Player...

“Non andare al Mondiale sarebbe una catastrofe”. Il commissario tecnico azzurro, Gian Piero Ventura, ha parlato stamane a Coverciano in vista delle partite contro Macedonia e Albania. Sarà un’Italia in piena emergenza, viste le assenze a centrocampo: “Sono cose che capitano – ha dichiarato il ct, come riporta Premium Sport – De Rossi è out e dovremo fare a meno anche di Pellegrini e Verratti. Il Paris Saint-Germain ci ha inviato la risonanza. Su Belotti abbiamo fatto un favore al Torino non obbligandolo a venire qui. È un momento particolare ma non voglio piangermi addosso. Quando si varca il cancello di Coverciano dobbiamo lasciare tutto il resto fuori e lavorare in funzione della Nazionale”.

Mondiale 2018, venerdì 6 ottobre Italia-Macedonia a Torino

Nel corso della chiacchierata con i giornalisti, Ventura ha parlato anche di Simone Verdi: “Ha ritrovato condizione e può garantirci una certa qualità. Non contano solo i gol ma anche il modo in cui scende in campo. A Genova ha aiutato molto la squadra e questo fa capire che sta maturando. Potrà dare un grande contributo. Gli spareggi? Non ci penso, dobbiamo pensare alle prossime due e poi in base a chi incontreremo faremo le nostre valutazioni”.

Una considerazione anche sul VAR: “Sono a favore, ha risolto una miriade di problemi togliendo tantissime polemiche. Dobbiamo dare il tempo a tutti di metabolizzarlo, come ogni cosa nuova che viene introdotta. Sono d’accordo con Rizzoli quando parla di millimetri: dobbiamo discutere solo delle cose clamorose”.