Pubblicati sul sito della Fondazione Luigi Einaudi i verbali del Comitato Tecnico Scientifico. I testi completi.

Sono online sul sito della Fondazione Luigi Einaudi i verbali del Cts (Comitato Tecnico Scientifico) che nel pieno dell’emergenza coronavirus hanno orientato le decisioni del governo.

Di seguito i verbali del Comitato Tecnico Scientifico.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi

I verbali del Comitato Tecnico Scientifico

Il primo verbale del Comitato Tecnico Scientifico è quello del 3 febbraio 2020, nel quale si sconsigliano i viaggi in Italia e all’estero. In tale data non si riteneva utile la sospensione degli esami di guida. Si consiglia l’estensione del lavoro agile in tutta Italia, ovviamente laddove possibile. Emilia Romagna, Veneto e Lombardia sono considerate Regioni con una situazione epidemiologica complessa. Si raccomanda la sospensione delle manifestazioni, degli eventi e delle competizioni sportive. Inoltre si raccomandano le misure note come ad esempio la distanza di sicurezza tra le persone.

Di seguito il testo integrale del verbale del Comitato Tecnico Scientifico.

Il secondo verbale (3 marzo)

Con il secondo verbale ci avviciniamo alla fase calda, quella drammatica dell’emergenza coronavirus. Emerge in questa data il problema dei posti letto disponibili e la necessità di un coordinamento nazionale. Il verbale in questione si concentra nello specifico sulla gestione sanitaria dell’emergenza.

Di seguito il testo integrale.

Il terzo verbale (7 marzo)

A distanza di quattro giorni viene redatto un altro verbale. Questa volta il Comitato Tecnico Scientifico, numeri del Ministero della Salute alla mano, consiglia di intervenire per contenere la diffusione del coronavirus con tutte le azioni necessarie. Si evidenzia inoltre come misure più stringenti porteranno a risultati migliori in termini di contenimento dell’epidemia.

Il CTS propone di rivedere la distinzione tra zone rosse e zone gialle e propone di procedere con una sola distinzione: le regole per le zone rosse, come ad esempio la Lombardia, e regole di carattere nazionale. Nelle prime zone le misure dovranno evidentemente essere più stringenti. Per quelle che dovevano essere le zone rosse si proponevano limitazioni e sospensioni di tutte le attività (o quasi).

Il governo, e questa è storia, avrebbe poi scavalcato le indicazioni procedendo con il lockdown a livello nazionale.

Di seguito il testo del verbale del 7 marzo.

Il quarto verbale (30 marzo)

Nel verbale del 30 marzo si parla con particolare attenzione delle mascherine, delle quali si era ormai capita l’importante, e della situazione dei bambini, che hanno evidentemente pagato il prezzo del lockdown.

Di seguito il testo integrale del verbale.

Il quinto verbale (9 aprile)

Con il quinto verbale arriviamo alla data del nove aprile, dove si registra un miglioramento della situazione epidemiologica sul territorio nazionale. In questa data il CTS propone un progressivo allentamento di alcuni vincoli.

Nel documento sono presenti le tabelle che indicano il livello di rischio delle attività

Di seguito il testo integrale del quinto verbale.

Giuseppe Conte
16/05/2020 Roma – conferenza stampa Presidente del Consiglio dei Ministri / foto Alessandro Serrano’/Pool/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Speranza: “In Europa situazione tutt’altro che tranquilla”. Ad agosto ancora mascherine

Bambina di tre anni morta a Piacenza