Verdini e gli altri dieci condannati dovranno pagare alla Presidenza del Consiglio una provvisionale di 2,5 milioni

Nove anni di reclusione per Denis Verdini, senatore e leader di Ala, Massimo Parisi, deputato dello stesso gruppo paralmentare, e altre nove persone risultate colpevoli del crac del Credito Cooperativo Fiorentino. Questa la sentenza del Tribunale di Firenze, che ha disposto anche il pagamento a favore della Presidenza del Consiglio di una provvisionale immediatamente esecutiva di 2,5 milioni di euro, come riferito dal Messaggero.

I motivi della condanna di Verdini

Tale pena è stata inflitta per i reati relativi alla trufaf ai danni dello Stato per i contributi pubblici all’editoria percepiti dalla Toscana di Edizioni srl. I condannati dovranno pagare anceh le spese legali sostenute dalla Presidenza del Consiglio, per un totale di 20mila euro. Inoltre, saranno tenuti a risarcire i danni recati alla Banca d’Italia, che nel processo era parte civile, per ulteriori 175mila euro. Il Tribunale ha quindi ordinato nei confronti di Verdini e gli altri condannati la confisca di beni per oltre 5 milioni di euro, per un valore pari ai contributi erogati alla Presidenza del Consiglio alla succitata società editrice, mentre altri 4 milioni si riferiscono ai contributi versati dalla Presidenza del Consiglio alla Sette Mari scar. Con questa sentenza Verdini è stato interdetto dai pubblici uffici.


Valanga a Courmayeur, tre morti e parecchi feriti

Iglesias, Sardegna: donna uccisa a coltellate dal marito. Inutili i soccorsi