Chioggia, aggredito un clochard: capelli bruciati, ripresa con cellulare

Vergogna a Chioggia, tentano di dare fuoco ai capelli di un clochard

Tre ragazzi a Chioggia si sono resi protagonisti di un fatto sconvolgente. Aggressione a un clochard, capelli bruciati, ripresa con un telefonino.

CHIOGGIA – Brutto fatto di cronaca a Chioggia, importante centro affacciato sulla Laguna di Venezia. Un clochard è stato aggredito nei giorni scorsi da tre ragazzi, due dei quali minorenni.

Fuoco ai capelli di un clochard

La vittima è un senzatetto di 45 anni che vive in un peschereccio in disarmo ormeggiato a punta Poli. L’uomo viene sorpreso alle spalle da due ragazzini, i quali cercano con degli accendini di fargli fuoco ai capelli. Il tutto ripreso da un terzo aggressore con il telefonino. Il clochard, per fortuna, non ha riportato conseguenze. Il fatto è avvenuto a Chioggia ed è diventato di dominio pubblico domenica, dopo che il filmato è finito sul blog ‘”Chioggia azzurra”.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Le indagini a Chioggia

Le indagini sono state condotte dai Carabinieri. I militari avrebbero individuato i presunti responsabili. Nei loro confronti non ci sono ancora provvedimenti: codice alla mano, si potrebbe procedere d’ufficio per violenza privata – spiega un investigatore – mentre un’ipotesi diversa, come le lesioni, sarebbe perseguibile a querela. Bisognerà attendere il rapporto alla magistratura. All’inizio di ottobre, la vecchia barca dove l’uomo si riparava, si era incendiata. L’uomo aveva riferito di una candela rimasta accesa ma gli investigatori non escludono la correlazione tra i due episodi.

Il video scioccante

Nel video è in piedi, di spalle, indossa una giacca pesante e sembra acconsentire passivamente alle angherie. I suoi aggressori si alternano con la fiammella dell’accendino, tentando di far prendere fuoco ai capelli della loro vittima. Cosa che per fortuna non avviene, dato che le scintille si spengono subito. Immagini scioccanti. Il clochard è a ora irrintracciabile. L’uomo vive in condizioni di forte disagio e è molto conosciuto dalla comunità locale.

ultimo aggiornamento: 04-11-2019

X