Kessié e Donnarumma presi di mira da cori razzisti a Verona

Verona, buu e frasi razziste contro Kessié e Donnarumma

Sia il centrocampista che il portiere sono stati bersagliati dai cori e dalle offese dei tifosi gialloblù. Ma l’Hellas si difende.

Verona-Milan è stata una bella partita, tirata e combattuta. Purtroppo, però, è stata viziata da episodi da condannare sempre e comunque. Durante il match, infatti, dalle tribune del “Bentegodi” si sono sentiti ululati e “buu” razzisti indirizzati a Franck Kessié. Non solo: nella ripresa il bersaglio dei tifosi gialloblù è stato Gigio Donnarumma, al quale è stato dato del “terun” e del “figlio b…”.

Insomma, siamo alle solite. Ma l’Hellas non ha gradito le accuse e ha replicato con un paio di post su Twitter: “I buu a Kessie? Gli insulti a Donnarumma? Forse qualcuno è rimasto frastornato dai decibel del tifo gialloblù. Cosa abbiamo sentito noi?”.

E ancora: “Fischi, inevitabili, per decisioni arbitrali che lasciano ancora oggi molto perplessi, e poi tanti applausi, ai nostri “gladiatori”, a fine gara. Non scadiamo in luoghi comuni ed etichette ormai scucite. Rispetto per Verona e i veronesi”. Questa, dunque, la posizione della società scaligera. Ma i cori, purtroppo, ci sono stati eccome.

“Non la educo io la gente. Inqualificabili”, ha dichiarato Marco Giampaolo nel post partita in merito agli insulti indirizzati a Kessié e Donnarumma. “Incredibile – ha invece affermato il difensore Mateo Musacchionon si capisce perché ancora c’è gente che fa queste cose”.

Il centrocampista Franck Kessié (Milan-Lazio) Bakayoko Milan mercato Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Offese a Kessié, il Pescata: “Razzismo va condannato”

Numerose le reazioni sui social da parte di club e addetti ai lavori. Questo, ad esempio, il tweet del Pescara: “Il razzismo va condannato. Sempre e comunque”, seguito dagli hashtag #NoToRacism e #Kessie. Altro giro, altro post, stavolta dal profilo Twitter della Pro Vercelli: “No al razzismo ed a qualsiasi forma di discriminazione! Ti siamo vicini Kessie”. Da una squadra all’altra. Ecco il messaggio della Carrarese: “Dalla parte di Kessié”.

Il giornalista Riccardo Cucchi, invece, he esternato il suo sdegno con queste parole: “Se non si sospendono le partite per i cori razzisti vuol dire che si preferisce tollerare. Inutile prevedere questa possibilità”. Infine, ecco la proposta di Luca Pagni: “Milan e Inter prendano l’iniziativa e per il derby si presentino con Kessie e Lukaku con la fascia da capitani”.

Le immagini di Verona-Milan 0-1:

ultimo aggiornamento: 16-09-2019

X