Verona-Milan, Pellegatti analizza le possibili scelte di Giampaolo

Pellegatti, in un video pubblicato sul YouTube, analizza le chance dei nuovi acquisti di partire titolari in Verona-Milan: Bennacer e Rebic sono pronti

La formazione sarà ancora un rebus, ma la speranza dei tifosi è quella di vedere un Milan finalmente diverso, più strutturato rispetto alle scialbe versioni scese in campo contro Udinese e Brescia. Gli interrogativi sono ancora tanti: Giampaolo, nella trasferta di Verona, dovrebbe però cominciare ad inserire i nuovi arrivati. Alcuni saranno lanciati sin dal primo minuto: si tratta di Bennacer, già titolare nella prima a San Siro, e di Ante Rebic, attaccante croato ex Eintracht. Carlo Pellegatti, sul suo canale YouTube, fa il punto della situazione.

Pellegatti: Bennacer e Rebic titolari in Verona-Milan

Il più sicuro appare Bennacer, che partirà dal primo minuto dopo il buon debutto di San Siro. Sugli altri non sono facili le ipotesi. Il prossimo titolare sarà certamente Theo Hernandez, al posto di Ricardo Rodriguez. Forse però non ancora dal primo minuto al Bentegodi, perché lontano dai campi da quasi due mesi. E’ un difensore di fascia che potrebbe diventare presto un idolo dei tifosi del Milan, per il suo gioco spettacolare, per le sue qualità tecniche, per la sua progressione devastante“.

Debutterà Ante Rebic largo a sinistra: con il sacrificio di Paquetà o Calhanoglu? Uno dei due, come mezzala sinistra, dovrà obbligatoriamente stare fuori. La scelta si annuncia dolorosa. Il giocatore croato dovrebbe però trasformare il Milan di Giampaolo non in un 4-3-1-2 ma in un 4-3-3, che sembrava non fosse nelle corde del tecnico abruzzese“.

Ismael Bennacer
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Pellegatti: “Krunic-Duarte chiusi. C’è attesa per Leao”

Più che di Krunic e di Duarte, oggi entrambi chiusi, molti appassionati vorrebbero scoprire presto le qualità di un giovane attaccante che potrebbe rappresentare una delle più piacevoli sorprese della stagione, Rafael Leao. Qualcuno teme che possa finire come Cutrone, cioè giocare solo spezzoni di partite: compito sempre complicato per un attaccante“.

ultimo aggiornamento: 10-09-2019

X