Versamenti IVA 2017: Tempi e Modalità

Versamenti IVA: Cosa conoscere, quali le scadenze per il 2017 e come regolarsi sul tema.

chiudi

Caricamento Player...

Versamenti IVA periodici

Quando si parla di versamenti IVA occorre dire che questi sono periodici seppur differenti nei tempi possibili. Esistono:

  • Versamenti Mensili
  • Versamenti Trimestrali

Tutti i versamenti da effettuare richiedono la compilazione del Modello F24, e vanno inviati esclusivamente per via telematica.

I mesi di Versamento IVA

I tempi cambiano a seconda della tipologia di contribuente. I contribuenti mensili sono coloro che la liquidazione e il versamento dell’eventuale Iva a debito la pagano nei termini del 16° giorno di ogni mese, calcolando che va effettuata entro il 16 del mese successivo a quello di imposta.
Mentre i contribuenti trimestrali sono coloro che la liquidazione e il versamento dell’imposta la effettuano sempre nel medesimo giorno sopra evidenziato ma relativo al secondo mese successivo ad ognuno dei primi tre trimestri solari, come segue:

  • 16 maggio
  • 20 agosto
  • 16 novembre

L’ultima rata trimestrale è valevole come conguaglio annuale e ricade nel giorno 16 marzo dell’anno successivo a quello di imposta, tranne se si usufruisce di tempi maggiori. Questi tempi sono previsti dalla Legge in caso di versamento delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi.
Per quanto riguarda i contribuenti trimestrali, va detto che l’eventuale debito relativo all’imposta IVA, è maggiorato e arriva all’1%, tale percentuale è quella relativa agli interessi maturati.
La liquidazione invece, sempre in tema di pagamenti su base trimestrale, prevede delle opzioni per il soggetto contribuente che possono scelte sulla base dell’anno solare precedente qualora avessero realizzato un volume d’affari non superiore a 400.000 euro.
Tale opzione è per i soggetti sottoposti ad IVA ovvero:

  • Lavoratori autonomi
  • Imprese

A patto che l’oggetto della loro attività sia la prestazione di servizi, cambia la cifra se le aziende soggette ad IVA esercitano altre tipologie di attività, in questo secondo caso la cifra da tener presente è di 700.000 euro.

certificato_unicasim