Gian Piero Gasperini parla in conferenza stampa prima della sfida di Serie A tra Inter e Atalanta: ecco le parole del tecnico ex Genoa

A tutto Gian Piero Gasperini. L’allenatore dell’Atalanta ha parlato così prima della partita di domani di Serie A contro l’Inter a San Siro nella sfida valida per la sesta giornata. Queste le sue parole in conferenza stampa dopo la vittoria per 2-1 sul Sassuolo.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

La conferenza stampa di Gian Piero Gasperini

SCUDETTO – “Le giornate sono state cinque, ma il valore è già ben definito. Inter, Milan e Napoli hanno sicuramente qualcosa in più. Inutile che continuiamo a vedere lo scudetto. Fiorentina e Torino sono nella stessa fascia nostra. È chiaro che cercheremo di migliorarci sperando che qualcuno inciampi. Anche la Juve, partita male, potrà risalire. Non dobbiamo guardare questa cosa della classifica, la guarderemo più avanti. Sarà un campionato durissimo per tutte le squadre, si sono rafforzate tutte. Dobbiamo recuperare un po’ di umiltà e dobbiamo pensare partita dopo partita. Domani andiamo ad affrontare una squadra forte, nonostante le cessioni”.

INTER – “Lukaku era un riferimento certo, lavoravano un po’ meno sulla costruzione del gioco ma con facilità lo portavano davanti grazie a lui. L’Inter ha fatto parecchi gol anche su palla inattiva, non possiamo togliere le qualità all’Inter. Dobbiamo cercare di limitarli e dobbiamo mettere del nostro per dar fastidio a loro, altrimenti rischi di subire. In ogni partita tutte le squadre sono in grado di segnare, c’è un cambiamento di mentalità. Anche le squadre meno forti in attacco hanno delle risorse per poter cambiare il risultato”.

MURIEL – “Speriamo di poterlo portare in panchina per la Champions. Speriamo possa essere disponibile per lo Young Boys”.

PESSINA  “Infortunati? L’unico problema è Pessina. Speriamo di poterlo riavere, è una contusione che possiamo recuperare a breve”.

ESTERNI – “Quando dovevo salvarmi con Crotone e Genoa giocavo con quattro esterni. Potrei farlo, ma se lo fai con gli attaccanti hai un atteggiamento, con esterni di difesa un altro. Ma ogni partita ha la sua storia. A Salerno Zappacosta ha giocato bene, ha creato delle situazioni offensivi”.

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi

Nessuna conferenza stampa, ma dichiarazioni ai microfoni di Inter TV per Simone Inzaghi. “La vittoria di Firenze – ha ammesso il tecnico riportato da tuttomercatoweb.com – è stata importante […]. Ho visto una bella reazione, ma ci aspetta una gara molto complicata […]. E’ un’ottima squadra che non ti regala nulla. Noi dovremo essere bravi a fare altrettanto. La fame e la cattiveria faranno la differenza […]“.

ultimo aggiornamento: 24-09-2021


Serie A, la Roma torna a vincere e batte l’Udinese. Vince il Napoli, la Lazio pareggia 1-1 a Torino

Carlo Cottarelli parla di Interspac: “Entro novembre la proposta per migliorare l’Inter”