Formula 1, si scaldano i motori in vista della prima gara della stagione. Max Verstappen dopo i test: “Mercedes favorita”.

Max Verstappen non si fida della Mercedes, nonostante la Scuderia non abbia impressionato in occasione dei test in Bahrain.

Max Verstappen, “Le Mercedes hanno registrato il tempo più veloce utilizzando una mappatura più conservativa”

L’idea di Verstappen è che la Mercedes stia giocando a carte coperte, come già fatto in passato, in realtà. Quindi non ci sarebbe da stupirsi se in occasione della prima gara del Mondiale le due monoposto stellate dovessero dominare senza troppe difficoltà.

“I dati fanno capire cosa Mercedes stava facendo. Hanno registrato il tempo più veloce utilizzando una mappatura conservativa. Hanno abbassato e aumentato la potenza del motore. Saranno sicuramente competitivi”, ha dichiarato Max Verstappen ai microfoni di Ziggo Sport.

“Ora che hanno avuto qualche problema indicano noi come favoriti e poi torneranno nuovamente al vertice. Geniale! Succedeva anche l’anno scorso, quando in alcune gare dicevano che Red Bull fosse più forte al venerdì e poi loro tornavano improvvisamente a dominare. Non mi sento il favorito, penso che Mercedes lo sia ancora dato che vincono da sette anni”, ha aggiunto il pilota della Red Bull che prova a spostare la luce dei riflettori sulla Mercedes.

Max Verstappen
Max Verstappen

Le Mercedes sono le macchine da battere

Dati alla mano, le Frecce Nere in occasione dei test non hanno impressionato. Le monoposto si sono mostrate addirittura poco affidabili, al punto che Lewis Hamilton è finito fuori pista. Un piccolo inconveniente che ovviamente diventa una notizia se a finire sulla sabbia è il campione del mondo.

In realtà nel mondo della Formula 1 gli addetti ai lavori e gli esperti sono convinti che le Mercedes saranno le macchine da battere anche in questo 2021.

La risposta arriverà solo quando scatterà il primo semaforo della stagione, quando nessuno potrà permettersi di continuare a giocare a carte coperte.


La nuova scommessa di Johnson: 3 milioni per la creazione di un hub di trasporto all’idrogeno

Domenicali, “Nel 2022 avremo macchine rivoluzionarie”