Incontro della maggioranza presieduta da Conte. Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, punta a arrivare al 2023.

ROMA – Nicola Zingaretti è soddisfatto dopo il vertice di maggioranza con tutti i leader dei partiti che sostengono il Governo Conte.

Zingaretti: “Lavoriamo per arrivare al 2023”

Il segretario del Partito Democratico ha dichiarato: “Basta polemiche, lavoriamo a patto di legislatura. Dobbiamo sgomberare il campo da qualsiasi equivoco, polemica e concentrarci tutti sull’emergenza del Covid, del virus, con tutta la nostra determinazione. Avanti fino al 2023“.

Secondo Zingaretti “per ottenere questo risultato dopo un po’ più di un anno dalla formazione del governo è utile trovare le sedi affinché i nodi politici che hanno caratterizzato la vita di questi mesi vengano affrontati e risolti“. E aggiunge il segretario Pd: “Da parte di tutti c’è stata la fortissima determinazione, l’accordo a lavorare in questo senso. Bisogna affrontare i nodi aperti in Parlamento e già contenuti nel programma che ha dato vita al governo. Mi sembra ci sia un salto di qualità positivo per essere vicini alla voglia di futuro degli italiani“.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

L’eco di Conte…

Nell’incontro tra i leader di maggioranza “è emersa la comune volontà di aggiornare i 29 punti dell’accordo di programma, verificando il lavoro già fatto e gli obiettivi che restano da raggiungere. E’ stato definito un piano di lavoro per i prossimi giorni, da realizzare entro la fine del mese, con due tavoli“, ha spiegato Giuseppe Conte.

Il primo lavorerà per aggiornare l’accordo di governo e per definire quei progetti di riforma istituzionale che peraltro sono già in buona parte sul tavolo della maggioranza. Il secondo tavolo lavorerà per definire alcuni obiettivi e strategie di politica economica e sociale da perseguire in via prioritaria“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Giuseppe Conte governo News Nicola Zingaretti primo piano

ultimo aggiornamento: 06-11-2020


Elezioni Usa, Trump: “Se si contano i voti veri vinco io”. Proteste in tutto il Paese, schierata la Guardia Nazionale

Speranza, “Senza ridurre gli spostamenti la convivenza con il virus è destinata ad un clamoroso fallimento”