Vertice Salvini-Tria, la Lega ripropone il condono al 20%

Vertice Salvini-Tria, la Lega ripropone il condono al 20% e rassicura sulla lettera dell’UE: “La risposta metterà a riparo da infrazioni”.

ROMA – Il dialogo al Governo per cercare di rilanciare l’economia prosegue senza sosta. Nella giornata di giovedì 30 maggio 2019 il vicepremier Matteo Salvini ha incontrato il ministro Tria per cercare di stabilire le prossime mosse da fare.

E’ stato un colloquio molto interessante – ha sottolineato il ministro dell’Interno – si è parlato di tutto, anche dell’atteggiamento da tenere con l’Unione Europa. Nella lettera che invieremo entro domani ci saranno dei numeri che metteranno il Paese al riparo da ulteriori infrazioni. I termini della pace fiscale verranno prorogati dalla fine di luglio perché contiamo di incassare alcune decine di miliardi di euro per liberare gli italiani dalla gabbia di Equitalia“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial)

Incontro Salvini-Tria, il piano della Lega per rilanciare l’economia

Nell’incontro tra Matteo Salvini e Giovanni Tria sono stati affrontati argomenti molto delicati come per esempio il condono sulla pace fiscale. La misura – secondo quanto riportato dall’ANSA – dovrebbe essere riproposta tale e quale a quella precedente con la possibilità di fare emergere fino a 100mila euro e non oltre il 30% di quanto dichiarato sborsando un forfait del 20%.

Si è parlato anche della Flat Tax con il ministro che si è detto pronto ad affrontare il discorso nel prossimo Consiglio: “Mi premurerò – sottolinea Salvini – di portare la discussione sulla Flat Tax per imprese e famiglie nel prossimo CdM, quando sarà convocato”. E sul decreto sblocca cantieri ribadisce: “Presenteremo un emendamento per la sospensione per due anni del Codice appalti e per il rispetto della normativa europea vigente. Mi auguro che non ci siano preclusioni politiche né dalla maggioranza e né dall’opposizione. Se qualcuno mi dicesse che tutti questi provvedimenti possono aspettare potrei decidere di non continuare. Non è tempo di bisticciare ma di lavorare e di andare avanti“.

ultimo aggiornamento: 30-05-2019

X